Il tennis chiuso per coronavirus almeno fino al 31 luglio

Il tennis chiuso per coronavirus almeno fino al 31 luglio

Il tennis internazionale non riprenderà la propria attività fino almeno al 31 luglio 2020: lo ha annunciato il presidente ATP Andrea Gaudenzi, prorogando lo stop ai tornei previsti in questo periodo.

"A causa delle continue incertezze riguardanti la pandemia COVID-19 è con dispiacere che annunciamo la decisione di estendere la sospesione del Tour". "Proprio come gli appassionati di tennis, i giocatori e gli organizzatori di tornei in tutto il mondo, condividiamo la delusione". Questo significa che gli eventi ATP ad Amburgo, Bastad, Newport, Los Cabos, Gstaad, Umago, Atlanta e Kitzbühel non avranno luogo come da programma. "Come sempre la salute della comunità rimane la nostra priorità ogni volta che prendiamo una decisione".

La proposta era venuta alla luce già da diverse settimane, e nei giorni scorsi ne è stata annunciata anche l'ufficialità, ma secondo il sito canadese 'Open Court' l'ormai famoso 'Player Relief Fund', il fondo di solidarietà da sei milioni di dollari realizzato dai vertici di Atp, Wta, Itf e dei quattro tornei del Grande Slam ha preso definitivamente forma anche nei suoi contenuti più importanti. Un ulteriore aggiornamento sul calendario del tour ATP è previsto per metà giugno.