Giornata mondiale degli infermieri, la presidente Genesi: "Festeggiateci rispettando le norme sanitarie"

Giornata mondiale degli infermieri, la presidente Genesi:

Un clima di solidarietà e cooperazione che ha ricor-dato la dedizione degli oltre mille infermieri di ASL1 che prestano la loro professionalità all'interno dei presidi ospedalieri e nei servizi territoriali. Lo hanno dimostrato - e lo stanno dimostrando - nonostante le necessarie tute di contenimento e i tripli guanti di lattice di protezione.

Devono necessariamente prenderne coscienza le istituzioni, che nelle situazioni più drammatiche ne chiedono l'intervento, salvo comprendere in ritardo la gravità dell'enorme carenza denunciata dalle organizzazioni sindacali da tanti, troppi anni. Carenze quantificate dalle ultime proiezioni, in più di 50 mila unità, di cui gran parte da destinare sul territorio come infermieri di famiglia/comunità, per una vera assistenza a misura di cittadino. Sono comunque previste iniziative on line e sui canali social. Mai come in questo periodo di epidemia da Covid-19 la figura dell'infermiere è al centro dell'attenzione. "Abbiamo dovuto reinventare il nostro ruolo in un'emergenza che metteva di fronte a pazienti con una patologia sconosciuta e spesso acuti, che necessitavano di supporto per funzioni vitali e che non potevano avere al fianco la famiglia non solo per un supporto psicologico, ma anche per l'aiuto nei pasti o per curare l'igiene personale - dice Iemmi - Gli infermieri hanno garantito tutte le prestazioni senza badare a turni e riposi e si sono aiutati a vicenda, insegnando ai neoassunti come gestire il paziente critico o le procedure per la vestizione e la bardatura di sicurezza". "Quello che, per analogia, ci auguriamo possa accadere nell'emergenza COVID-19". Il ricordo di Florence Nightingale viene affidato uno speciale in diretta web che, in pochi minuti, farà compiere agli spettatori un tour virtuale del mondo, con contributi esclusivi dedicati a infermieri e cittadini.

"Oggi sappiamo che Florence, con il suo agire, ha salvato migliaia di vite. Noi saremo lì, vigili e attenti, affinché ciò non accada", è l'appello della presidente Mangiacavalli in questo particolare 12 maggio. E nel Giorno della festa degli infermieri, "gli infermieri ringraziano i fisioterapisti, i tecnici di laboratorio, i tecnici di radiologia, le ostetriche, gli assistenti sanitari, tutti per la grande collaborazione". Ad aprile si è concluso il percorso di "18 nuovi infermieri e infermiere che hanno conseguito la laurea". Un progetto di racconti e parole, che aiutano a capire e curare, a cura di Roberto Gandini e Gianluca Rame e sviluppato insieme a FNOPI, con il Laboratorio Teatrale Integrato "Piero Gabrielli".