Domenica 31 maggio è la Giornata Mondiale Senza Tabacco

Domenica 31 maggio è la Giornata Mondiale Senza Tabacco

La prevenzione e la cura del tabagismo, pertanto, sono un obiettivo prioritario da perseguire attraverso misure efficaci (interventi normativi, attività di educazione e promozione della salute, sviluppo di metodologie e farmaci per favorire la cessazione) per ottenere una progressiva diminuzione dei consumi dei prodotti del tabacco, il calo della prevalenza dei fumatori e la conseguente riduzione delle gravissime patologie fumo correlate.

Tra i fumatori che hanno aumentato il consumo sono in particolare le donne ad aver aumentato in modo consistente il consumo: +15,2% rispetto al +3,6% degli uomini. "Non abbiamo alcun interesse economico o conflitto di interesse e non rappresentiamo nessuna industria" tiene a precisare Carmine Canino fondatore e Presidente dell'Associazione Consumatori italiana ANPVU (Associazione Nazionale per i Vapers Uniti) "Le associazioni riunite in ETHRA sono composte unicamente da Consumatori che chiedono di essere riconosciuti come portatori di interesse (Stakeholders) e come tali non subire le decisioni prese da governi, esperti e scienziati". Durante il lockdown tale percentuale è salita al 9,1% con un incremento degli utilizzatori di sigaretta elettronica pari a circa 436.000 persone.

L'Oms il 31 maggio celebra la Giornata mondiale senza tabacco per accendere i riflettori sui danni creati dal fumo e per distogliere i giovani dal farne uso. Molti, poi, quelli che hanno provato per la prima volta queste nuove forme durante il periodo di chiusura in casa. I fumatori sono stati percepiti meno a rischio nell'esposizione al virus rispetto ad altre categorie, in particolare rispetto a chi aveva pregresse patologie respiratorie o cardiache, nonostante il senso di incertezza e vulnerabilità creato dalla pandemia. Circa il 50% degli intervistati ha mantenuto le proprie abitudini, il restante 50% le ha cambiate completamente: chi in meglio, approfittando dell'occasione per ridurre il fumo, chi in peggio aggrappandosi alla sigaretta per gestire lo stress e la noia. Un quarto delle vittime da fumo ha un'età compresa tra 35 e 65 anni.

In occasione della Giornata Mondiale senza Tabacco, la dottoressa Daniela Galliano, direttrice del centro IVI di Roma afferma: "Tabacco e fertilità sono davvero inconciliabili, tanto per le donne quanto per gli uomini". La nicotina e prodotti del tabacco aumentano anche il rischio di malattie cardiovascolari e polmonari.

Nasce da qui la collaborazione con Mindwork, piattaforma che offre counseling psicologico e coaching in videochiamata ad aziende e privati.

Smettere di fumare si può, anche a distanza. A maggior ragione in questo momento in cui le norme di distanziamento sociale restano in vigore. La linea è gestita da operatori volontari dal lunedì al sabato con orario 10/15. Sono i dati emersi dalla ricerca fatta da Lilt insieme a Swg su un campione nazionale di 2623 persone fumatori e no, somministrata a metà maggio.

Sempre secondo un recente studio seguito dall'ISS, i dati relativi al Covid-19 evidenziano un rischio di malattia più severa tra i fumatori.