COVID-19, il virus si sta attenuando: le parole dell'esperto

COVID-19, il virus si sta attenuando: le parole dell'esperto

Ha affermato che la corsa del Covid-19 sta rallentando e il virus "sta perendo potenza". "Come ha giustamente osservato il virologo americano Robert Gallo, la diffusione di Sars-CoV-2 ha dapprima interessato l'emisfero Nord e ora si sta spostando nei Paesi dell'emisfero Sud, dove sta iniziando la stagione invernale". Evolve ma perde "contagiosità e, probabilmente, letalità". Questo quanto ha spiegato Massimo Ciccozzi, responsabile dell'Unità di statistica medica ed epidemiologia molecolare dell'Università Campus Bio-Medico. Un dato che secondo l'epidemiologo trova riscontro nel "minor numero di decessi (dovuti alle infezioni pregresse) e nel minor numero di persone in terapia intensiva", risultati possibili grazie alle terapie ma anche alla perdita di potenza del virus. "Un virus nuovo è sempre molto aggressivo nelle prime fasi, poi impara a convivere con la sua vittima" ha sottolineato Clementi, spiegando che "si tratta di un atteggiamento opportunistico, che gli consente di sopravvivere".

Lo studioso ha illustrato un quadro nuovo e più completo di come il virus si sia diffuso, in Italia e nel mondo e di come il Covid-19 sia strutturato. Non sappiamo, per esempio, quanto dura l'immunità.

Ci sono una serie di ipotesi che spiegherebbero il calo di viralità e letalità del coronavirus.

"In Italia - ha aggiunto Ciccozzi - abbiamo avuto due eventi epidemici differenti".

"Se il coronavirus non perde la sua forza in estate, rischia di mutare ulteriormente e, di conseguenza, limitare l'efficacia dei vaccini contro il coronavirus attualmente in fase di test in tutto il mondo" hanno avvertito i ricercatori, ricordando che i vaccini allo studio utilizzano le sequenze genetiche del virus isolate dalle autorità sanitarie all'inizio dell'epidemia. In Italia abbiamo avuto due ingressi epidemici diversi, a due settimane di distanza, come abbiamo visto in un nostro lavoro: uno, con ceppi virali dalla Cina, attraverso l'Europa è andato al centro Italia. "E successivamente un ceppo tedesco che è andato ad infettare la Lombardia e il Nord dell'Italia".

Ma perché lo tsunami Lombardia? Probabilmente si andavano a cercare i cinesi - ha aggiunto l'esperto - e non facevamo caso ad altre parti dell'Europa.

Infine i ricercatori hanno scoperto che alcune parti del genoma del SARS-CoV-2 sembrano presentare pochissime mutazioni: questo significa che queste aree del genoma potrebbero essere prese di mira in maniera più efficiente da farmaci e vaccini proprio perché tendono a cambiare meno frequentemente.

Il Centro-Sud Italia si è salvato da un'epidemia più intensa di coronavirus forse anche, tra l'altro, per il caso della coppia cinese ricoverata allo Spallanzani, primo impatto del nostro Paese con la malattia, che ha indotto prima a comportamenti di autotutela.