Coronavirus, Elon Musk attacca il lockdown: 'Decreto fascista'

Coronavirus, Elon Musk attacca il lockdown: 'Decreto fascista'

Il titolo Tesla ieri nell'intraday si era spinto fino a 869 dollari (massimo storico è di $ 917,42 del 19 febbraio) con quotazioni più che raddoppiate rispetto ai livelli di inizio anno.

Nel dettaglio si segnala un utile per azione a 1,24 dollari contro una perdita di 37 centesimi per azione prevista, ricavi a 5,99 miliardi di dollari contro i 5,81 miliardi di dollari previsti e un free cash flow a -895 milioni di dollari contro la flessione di 604,4 milioni previsti.

L'amministratore delegato della Tesla e di SpaceX, Elon Musk, ha duramente criticato le misure anti-coronavirus prese negli Stati Uniti D'America. "Direi che le persone sono state imprigionate contro la propria volontà nelle loro case", le parole di Musk, come riferisce la Cnn.

La chiusura prolungata della fabbrica di Fremont, per via delle restrizioni - definite fasciste da Musk su Twitter - imposte dalle autorità locali, preoccupano Tesla, per via della tendenza dell'azienda ad avere un forte assorbimento di cassa.

"A causa della vasta gamma di potenziali risultati, le direzioni a breve termine ... sarebbero probabilmente inaccurate".

"Per le nostre fabbriche americane, rimane incerto quanto rapidamente noi e i nostri fornitori saremo in grado di aumentare la produzione dopo aver ripreso le operazioni. Stiamo coordinando da vicino con ciascun fornitore e governo dei partner".

L'azienda, che produce veicoli elettrici, ha chiuso il primo trimestre del 2020 con un utile di 16 milioni di dollari, o 0,09 dollari ad azione, da una perdita pari a 702 milioni di dollari, o 4,10 dollari ad azione, nello stesso periodo dell'anno precedente.

Nicholas Hyett, analista azionario di Hargreaves Lansdown, pensa che non sia sorprendente che Tesla stia ritirando le sue direttive, visti i rischi economici che ci attendono.

Il commento di Musk sul virus, che includeva anche la promozione di droghe non provate, ha causato un tumulto.