Bonus bici, ecco come funziona

Bonus bici, ecco come funziona

Il bonus infatti è valido per gli acquisti avvenuti a partire dal 4 maggio scorso e fino al 31 dicembre 2020.

Ma il "buono mobilità" può essere usufruito anche come buono spesa digitale. Il buono vale anche per l'uso di servizi di mobilità condivisa (sharing) a uso individuale esclusi quelli con autovetture.

La cosa migliore, che renda più "sicuro" l'acquisto di bici e monopattini elettrici è richiedere sempre la fattura prima di effettuare il pagamento.

Secondo quanto si legge nel decreto, il cosidetto "buono mobilità" potrà coprire fino al 60% della spesa sostenuta per l'acquisto effettuato dal 4 maggio 2020 al 31 dicembre 2020.

Nello specifico si legge: "Per ottenere il contributo basterà conservare il documento giustificativo di spesa (fattura) e, non appena sarà on line, accedere tramite credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) sullapplicazione web che è in via di predisposizione da parte del Ministero dellambiente e accessibile anche dal suo sito istituzionale". Possono usufruirne tutti i maggiorenni residenti nei comuni con più di 50.000 abitanti. Gli aventi diritto sono i maggiorenni residenti nelle città metropolitane (traduzione: i residenti in provincia di Milano, Roma, Torino, Napoli, Bari, Genova, Bologna, Firenze, Cagliari, Catania, Messina, Palermo, Reggio Calabria e Venezia) e comunque quelli in comuni capoluogo di Provincia o con più di 50.000 abitanti (in Emilia-Romagna anche quelli più piccoli, con un contributo extra della Regione).

In arrivo il bonus bici, cos’è e come richiederlo
Emilia-Romagna, per la fase 3 arriva il "bike to work": fino a 50 euro al mese se vai al lavoro in bici

Ovviamente il bonus lo si potrà richiedere una sola volta per l'acquisto di biciclette nuove o usate (tradizionali o a pedalata assistita), handbike, veicoli a propulsione elettrica nuovi o usati qualimonopattini, hoverboard, segway. Al Ministero dell'Ambiente fanno sapere che monitoreranno la situazione e, se i casi di persone che hanno già comprato un veicolo e sono in possesso del solo scontrino, fossero molti, cercheranno di trovare una soluzione. Si tratta di una serie di finanziamenti fino al 70% per realizzare corsie riservate al trasporto pubblico locale e per realizzare piste ciclabili, installare rastrelliere ed evitare furti durante la sosta e altre misure per rendere agevole muoversi sulle due ruote in città. In pratica gli interessati dovranno indicare sull'applicazione web il mezzo o il servizio che intendono acquistare e la piattaforma genererà il buono spesa digitale da consegnare ai fornitori autorizzati per ritirare il bene o godere del servizio individuato.

Il bonus però non potrà essere usato per accessori come: caschi, batterie, catene, lucchetti. Fino al momento in cui non sarà attiva l'applicazione web sarà il cliente a ricevere il rimborso, che potrà essere ottenuto presentando la fattura (attenzione, non lo scontrino) allegandola alla domanda da inviare online. Tutto potrebbe comunque portare comunque alla possibilità che il Governo, una volta "acceso" il portale per i rimborsi, possa permettere agli utenti che sono in possesso di solo scontrino di poter ottenere comunque i 500€ massimi o il 60% di sconto.

Posso acquistare la bici in qualsiasi negozio?

Posso comprare la bici o il veicolo della mobilità personale su un sito online di un'azienda straniera? L'applicazione sarà operativa entro sessanta giorni dalla pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale.