Aprile, s'impenna la cassa integrazione: 772,3 milioni di ore

Aprile, s'impenna la cassa integrazione: 772,3 milioni di ore

(Teleborsa) - Nel mese di aprile 2020 il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate (esclusi i fondi di solidarietà) è stato pari a 772,3 milioni: il dato relativo allo stesso mese del 2019 registrava un numero di ore pari a 25,3 milioni. Per quanto riguarda la Cassa integrazione in deroga, si legge in una nota, sono stati autorizzati 23.281 dei 24.503 decreti giunti dalla Regione siciliana, che riguardano 52.092 lavoratori, per un totale di 10.894.900 ore e un impegno di 88.248.690 euro. L'Inps sottolinea però come l'ammontare sia talmente importante da non poter essere paragonato a tempi ordinari.

I settori che hanno fatto maggiore richiesta sono stati quello dell'industria con 605,2 milioni di ore autorizzate: ad aprile 2019 erano state solo 5,7 milioni. Anche l'edilizia risulta pesantemente colpita, con 107,8 milioni di ore contro le 1,8 di un anno fa.

Infine, le sedi del Piemonte hanno ad oggi corrisposto direttamente la Cassa Integrazione e l'Assegno ordinario a 63.492 lavoratori, mentre la gran parte della CIGO COVID e del FIS sono stati anticipati ai lavoratori dai datori di lavoro, dietro autorizzazione dell'INPS. Per quanto riguarda invece la cassa integrazione straordinaria, ad aprile 2020 sono state autorizzate 12,4 milioni di ore: tra queste, 2,3 milioni per solidarietà. Nel mese di aprile 2020 rispetto al mese precedente si registra una variazione congiunturale pari al +71,6%.

Lo scenario Un'Italia dove sono state autorizzate 835 milioni di euro, quasi lo stesso numero dell'intero 2009, che ha rappresentato il primo anno della grande crisi.

Riguardo alle domande di disoccupazione, nel mese di marzo sono state presentate 142.348 domande di NASpI, nessuna di mobilità e 1.855 di DisColl per un totale di 144.203 domande, segnando un incremento del 37,2% rispetto al mese di marzo 2019 (105.099 domande).