12:33 - Tennis, Federer: "Ora non vedo motivi per allenarmi"

12:33 - Tennis, Federer:

"King Roger" ringrazia Kuerten per l'aiuto e l'amicizia con cui l'ha accolto nel circuito agli inizi della sua carriera e poi parla della ripartenza di un tennis che, come tutti gli sport e ogni settore della società, ha dovuto e dovrà fare i conti con il Covid-19. Il fuoriclasse svizzero ha manifestato le sue perplessità sula ripresa del circuito Atp in tempi brevi. "Una cosa sono gli allenamenti, l'altra le partite, competere con l'avversario". E penso che sia importante per la mia testa adesso godermi questa pausa dopo aver giocato così tanto a tennis nella mia vita. In questo momento il tennis non mi manca, ma quando si avvicinera la data del rientro e avrò un obiettivo per allenarmi sarò motivatissimo (.). Questo è un grande momento per noi in questo senso, come famiglia.

Al momento i circuiti sono sospesi fino al 31 luglio e sussistono ancora molti dubbi sulla possibilità che vadano regolarmente in scena i tornei americani di agosto e l'Us Open, in programma tra fine agosto e la prima metà di settembre. Il tennista svizzero ha detto di non riuscire a pensare a un match senza pubblico sugli spalti e che spera di evitare le porte chiuse. Sono contento del mio fisico e credo che manchi ancora molto per tornare a giocare. Non posso. Spero che ciò non accada. Federer ha rimarcato il duro lavoro per arrivare ad avere i giusti equilibri. E, a prescindere dai record numerici, rimarrà uno dei giocatori più amati di sempre dal pubblico.