Presidente FIFA, Infantino: "Mio cuore italiano lacerato dalla sofferenza"

Presidente FIFA, Infantino:

Il numero uno della FIFA, Gianni Infantino, in un momento di grandissima difficoltà per l'Italia ha deciso di rilasciare alcune significative dichiarazioni ai microfoni dell'Ansa.

Infantino ha espresso tutto il suo dolore per quanto l'Italia sta attraversando e nel contempo ha rivolto un pensiero al mondo del calcio annunciando con la ripresa un nuovo intendimento per il settore.

"Una parte del mio cuore è italiana, ed è lacerata dalle immagini delle ultime settimane, parliamo di una sofferenza incredibile e di tanti lutti che stanno colpendo le famiglie del nostro Paese".

Il calcio che verrà dopo il virus sarà totalmente diverso, più sociale e solidale e allo stesso tempo più globale, meno supponente e più accogliente.

"Oggi - prosegue Infantino nel suo messaggio - dobbiamo pensare a portare sollievo a chi soffre, dobbiamo seguire le regole che ci dicono le autorità scientifiche per frenare e sconfiggere quel maledetto Coronavirus". Solidarietà? Mi congratulo con chi si adopera per gli altri, acquistano beni di prima necessità, mascherini e respiratori.

"Tornerà il tempo del calcio e quando tornerà festeggeremo insieme l'uscita da un incubo - sottolinea poi il presidente della Fifa -". Avrà un'unica cosa uguale: la gioia del gol e l'abbracciarsi per esprimere questa gioia, questa emozione.