Numeri Lombardia oggi: morti, contagi e guariti sabato 4 aprile

Numeri Lombardia oggi: morti, contagi e guariti sabato 4 aprile

Lo ha reso noto l'assessore al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera. I decessi comunicati oggi sono stati 351, per un totale di 8.311, mentre i positivi sono aumentati di 1.455 persone per un totale di 47.520. "E' il dato più significativo", ammette l'assessore Gallera, "ma migliora da ieri, quando l'aumento era stato di +482". "Per questo si può escludere che parte di quelle persone vadano a lavorare, perché dalle 12 alle 16 è chiaro che è una mobilità che riguarda anche persone comuni". Con ulteriori 6.828 tamponi processati, in crescita rispetto a ieri, i pazienti totali positivi dall'inizio dell'epidemia sono diventati 49.118, con una crescita complessiva di 1.598. I ricoveri non in terapia intensiva sono aumentati di 40 unità per un totale di 11.802. Di questi in città sono stati 166 (per un totale di 4.184). Gallera ha poi voluto ringraziare personalmente medici, infermieri, operatori e volontari che da settimane si trovano in trincea per prendersi cura delle persone, trasformando ogni angolo dell'ospedale in un posto letto sicuro: "Bisogna continuare a resistere, e tutto resterà chiuso fino a fine mese", ha concluso. Il numero minore di nuovi contagiati si è verificato a Sondrio (20) e a Lodi con 25. Sono segnali importanti che l'infezione sta rallentando la sua crescita. Alla Regione Lombardia, infine, è arrivato il riconoscimento Iss delle mascherine. A confermare il trend positivo è il dottor Carlo Federico Perno, direttore del dipartimento di Analisi chimico-cliniche e microbiologia dell'ospedale Niguarda di Milano: "Stiamo correndo tantissimo".

LE DICHIARAZIONI DI GALLERA - 'Abbiamo fatto molti più tamponi rispetto a ieri. Lo hanno sottolineato i sindaci di Bergamo, Brescia, Cremona, Lecco, Mantova, Milano e Varese nel messaggio in cui replicano alla lettera scritta ieri dal presidente della Lombardia, Attilio Fontana. Ci dicono che siamo eroi.