Muore a 81 anni Bill Withers, cantante di "Lean on me"

Bill Withers è morto: la musica piange la star statunitense. Addio a Bill Withers i cui brani più famosi come Ain't No Sunshine o Lean on Me hanno lasciato il segno nella storia. La morte sarebbe sopraggiunta a Los Angeles in seguito a delle complicanze cardiache, così come hanno fatto sapere i membri della sua famiglia, ovvero sua moglie Marcia Johnson e i suoi figli Todd e Kori. Se ne va, dunque, una vera e propria leggenda della musica statunitense che ha regalato grandissime emozioni.

Tre Grammys Awards e l'ammissione nel 2015 alla Rock and Roll Hall of Fame completano il pedigree di un artista che nella migliore tradizione arrivò al successo al termine di un percorso tormentato: nove anni di servizio in Marina, il trasferimento in California a cercar fortuna, un lavoro in una fabbrica di tavolette per i cessi, mentre di notte coltivava il sogno musicale. Un uomo solitario con un cuore aperto a connettersi al mondo in generale, con la sua poesia e musica, ha parlato onestamente con le persone e le ha messo in contatto tra loro.

"Siamo devastati per la perdita del nostro amato e devoto marito e padre". La sua musica appartiene per sempre al mondo. "In questo momento difficile, speriamo che le sue canzoni siano di conforto e facciano divertire i fan che si stringono ai loro cari".

Proprio quella canzone oggi riscoperta dall'America travolta dall'epidemia, Bill l'aveva concepita rievocando gli anni difficili della sua vita, cresciuto a Stab Fork, disgraziata cittadina mineraria del West Virginia, uno degli Stati più poveri dell'Unione, dov'era appunto uso comune, nei momenti difficili, aiutarsi in tutti i modi tra vicini di casa, nel sano spirito congregativo americano. La sua vita è stata oggetto di un documentario del 2009: Still Bill.