Eni, Descalzi: "Il periodo più complesso degli ultimi 70 anni e oltre"

Eni, Descalzi:

"Per l'industria energetica, e in particolare per l'oil & gas, la complessità è ancora maggiore dato il sovrapporsi della pandemia al crollo del prezzo del petrolio".

L'utile netto adjusted si attesta a 59 milioni dai 992 milioni dello scorso anno.

Al netto dell'effetto scenario di -1,1 miliardi e degli impatti del Covid-19 di -0,15 miliardi, la performance è stata positiva per +0,2 miliardi (+16%), precisa il gruppo. "Un risultato superiore alle aspettative del mercato", ha commentato Descalzi.

Gli investimenti netti sono pari a 1,9 miliardi, finanziati interamente dal flusso di cassa ante variazione circolante al costo di rimpiazzo. L'indebitamento finanziario netto è di 18,7 miliardi, in aumento di circa 1,6 miliardi (+9%) rispetto al 31 dicembre 2019.

Quanto all'outlook, l'Ad ha confermato "prevediamo un anno 2020 complicato, ma grazie ai nostri punti di forza contiamo di riprendere velocemente il cammino verso un modello di business sempre più redditizio e sostenibile tracciato nell'ultimo nostro piano strategico". "Queste azioni, oltre ad ulteriori risparmi di gestione, consentiranno di avere un beneficio complessivo sulla cassa 2020 pari a 62,3 milioni di euro".