CORONAVIRUS. Positivo il vicario del Papa: è ricoverato al Gemelli

CORONAVIRUS. Positivo il vicario del Papa: è ricoverato al Gemelli

Il Coronavirus continua a mietere contagi. Ogni sera dall'11 marzo, il cardinale De Donatis presiedeva una seguitissima Messa alle 19, dal Santuario del Divino Amore, davanti all'icona miracolosa della Madonna invocata dai romani anche per chiedere la fine della Seconda guerra mondiale e la liberazione dall'invasione tedesca.

Il Vicario generale della diocesi di Roma, il cardinal Angelo De Donatis, è risultato positivo al Covid-19, ed è stato ricoverato presso il Policlinico Universitario Fondazione Agostino Gemelli. Nei giorni scorsi l'ANSA spiegava che il prelato, che vive da tempo a Casa Santa Marta, la stessa residenza dove vive anche papa Francesco, è risultato positivo e che per tutti gli abitanti dell'edificio sono state adottate le misure di prevenzione adatte alla situazione di emergenza che si stanno seguendo il quasi tutto mondo. I risultati del tampone hanno immediatamente confermato i primi sospetti. Le condizioni di monsignor De Donatis comunque, come riportato dalla stessa nota, "sono buone, ed ha iniziato una terapia antivirale".

Il Vicario generale della diocesi di Roma, chiamato anche con il nome di cardinale vicario, è il vescovo a cui il papa delega il governo della porzione della diocesi di Roma che si trova in territorio italiano. "I suoi più stretti collaboratori sono in autoisolamento in via preventiva".

"Specialmente quando guardo ai miei fratelli e sorelle poveri, penso che certamente staranno pensando ma che primo ministro è uno che ci mette in tali difficolta?", ha detto Modi, "chiedo in particolare il loro perdono".