Coronavirus, morto il maestro delle scarpe di lusso Sergio Rossi

Coronavirus, morto il maestro delle scarpe di lusso Sergio Rossi

Aprì il suo primo stabilimento a 15 anni, ereditando la passione e l'arte, dal padre calzolaio.

Solo pochi giorni fa la Sergio Rossi aveva donato 100mila euro all'ospedale Sacco di Milano per combattere il Covid-19.

Eleganti, seducenti, adorate dalle star di tutto il mondo. "E' una perdita inaspettata".

Il Coivd-19 si porta via un pezzo di storia del made in Italy e della moda italiana: Sergio Rossi, imprenditore e fondatore dell'omonima azienda di calzature, è morto a 85 anni.

Le mitiche décolleté Godiva di Sergio Rossi. E' stato presidente del nostro Cercal, il centro emiliano-romagnolo della calzatura, che cercava di avvicinare i giovani al mondo delle scarpe e soprattutto di formarli. Sergio Rossi ha testimoniato con la sua vita la dedizione, l'impegno e il sacrificio, esprimendo i valori più autentici di quella sana imprenditoria fatta di coraggio e di generosità.

Le scarpe prodotte dal 14enne Sergio con il fratello Franco venivano vendute dalla famiglia durante l'estate servendosi di una bancarella ambulante, che girava lungo tutta la riviera romagnola, da Rimini a Riccione.

I CELEBRI MODELLI - Tra i suoi primi modelli di successo, l'Opanca divenne un cavallo di battaglia delle prime collezioni: sandali semplici ma innovativi nella suola che curvava attorno al piede diventando un tutt'uno con la parte superiore della tomaia. Nel decennio successivo il marchio si espande con l'apertura delle prime boutique, proseguendo al tempo stesso le collaborazioni con i grandi protagonisti della moda come Dolce&Gabbana e Alaïa. La scarpa un'estensione del suo corpo.

Le sentite parole del sindaco di San Mauro Pascoli, Luciana Garbuglia.

Vengono così gettate le basi per una nuova era: rilancio del brand all'insegna dell'innovazione nel rispetto dei codici storici ed il consolidamento delle linee 'sr1', 'srMilano' e 'Sergio' sui mercati internazionali. Come era in voga in quegli anni, a San Mauro le prime scarpe erano destinate al nascente turismo del mare, poi sono arrivate la nascita di uno stile proprio e l'entrata nel mondo della moda e del jet set internazionale. Diverse le dive che nel corso degli anni hanno messo almeno un paio di Sergio Rossi ai piedi: da Sharon Stone a Diane Kruger, passando per Chiara Ferragni, Anne Hathaway, Naomi Campbell, Sarah Jessica Parker, Halle Barry e Cate Blanchett.