Coronavirus, il giorno di Pasqua quasi 14mila sanzioni

Coronavirus, il giorno di Pasqua quasi 14mila sanzioni

E' in corso la conferenza stampa della Protezione Civile per l'aggiornamento giornaliero sull'epidemia da Covid-19 in Italia. Scende il numero dei deceduti (+431 rispetto a ieri, +2,2%) numero più basso dal 18 marzo.

La Asl raccomanda ancora una volta ai cittadini di tutta la provincia di rispettare rigorosamente le disposizioni ministeriali in materia di mobilità delle persone, cercando di evitare di uscire dal proprio domicilio se non per i motivi specificati dalle stesse disposizioni (motivi di salute, lavoro o rientro al proprio domicilio/residenza).

Il dato della Lombardia continua a preoccupare soprattutto il dato di Milano, dove i nuovi casi sono stati 296 in un solo giorno. Da inizio emergenza sono oltre 20mila le vittime. Tre ragazzi e tre ragazze giovanissimi, tra 17 e 24 anni, si sono recati proprio a casa dell'amico risultato positivo da giorni e in isolamento domiciliare perchè senza sintomi. Gli attualmente positivi in regione sono 3.920, i ricoverati sono 1.314, di cui 200 in terapia intensiva. Si tratta di 1.363 casi in più di ieri, in calo rispetto al giorno precedente quando erano stati 1.984. "Siamo ancora in Fase 1, non c'è dubbio". Così il direttore del dipartimento malattie infettive dell'Iss Rezza commentando i dati nazionali poco fa, durante il punto stampa.

Riguardo i controlli delle forze dell'ordine, infine, nella giornata Pasqua sono stati effettuati 859 controlli ed elevate 22 sanzioni.