Cina. Pechino teme nuova ondata contagi. Alzata l’allerta a Wuhan: state casa

Cina. Pechino teme nuova ondata contagi. Alzata l’allerta a Wuhan: state casa

Pur se azzerati i nuovi contagi a Wuhan, Wang ha osservato che i compound residenziali dovrebbero restare vigili sul rispetto delle misure contro il coronavirus. Lo riferisce la Commissione Nazionale per la Sanità cinese nell'ultimo bollettino.

Sono 126 i nuovi casi di contagio da coronavirus a Wuhan, la città da dove si è diffusa l'epidemia di coronavirus e dove c'è stata la necessità di rafforzare le misure di auto-tutela, restando a casa ed evitando di uscire se non per necessità al fine di scongiurare la ripresa dei contagi.

Per sedare la sommossa è intervenuto il segretario del Partito Comunista di Huangmei, assicurando un confronto con le autorità della città di Jiujiang per risolvere la questione.Le difficoltà dei residenti nella contea di Huangmei, che ora tornano a lavorare fuori della provincia, sono acuite dai collegamenti ferroviari, perchè sono costretti a raggiungere lo snodo collocato nella provincia confinante.

Dall'8 aprile la città potrà allentare lo stop ai viaggi in uscita e i residenti potranno man mano tornare alla loro vita di sempre. A meta' marzo la crisi sanitaria sembrava terminata, dopo che finalmente i nuovi contagi sembravano drasticamente ridotti, spingendo l'amministrazione locale a far ripartire con cautela le attivita' produttive e persuadendo il presidente Xi Jinping a compiere la prima visita ufficiale dallo scoppio dell'epidemia.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. In quel caso tornerebbe la paura e la situazione potrebbe essere anche più grave di quella vissuta sino a poche settimane fa.