Autismo e consapevolezza: s'illumina palazzo Beltrani

Autismo e consapevolezza: s'illumina palazzo Beltrani

Il sindaco di Livorno Salvetti: "Da noi c'è la possibilità, già da una settimana, di accompagnare i disabili a fare una passeggiata quotidiana".

"Al tempo della pandemia Covid-19 - dicono il presidente della Commissione Controllo Antonio Montelatici ed il vice presidente del Consiglio Comunale di Firenze Emanuele Cocollini -, assume un valore particolare". La nostra Torre, così, domani 2 Aprile, si presenterà illuminata da una luce blu, colore che vuole richiamare l'attenzione sul tema e sulla conoscenza dell'autismo e più in generale di tutti i temi che riguardano la disabilità e la fragilità.

Nel pomeriggio, per la ricorrenza della Giornata Mondiale, non potendo fare diversamente, è stata programmata una videoconferenza a cui parteciperanno gli specialisti Asl, la Rete Autismo e le associazioni delle tre province.

È successo stanotte perché oggi, 2 aprile, è la giornata di sensibilizzazione nazionale a questa tematica e, nonostante il difficile momento e l'emergenza legata al coronavirus, non bisogna dimenticare chi in una situazione difficile vive ogni giorno, tutto l'anno. "I servizi degli ambiti di Salute, Sociale, Istruzione e Lavoro debbono raccordarsi inevitabilmente e necessariamente in modo intersettoriale per promuovere iniziative che sono fortemente auspicabili per l'ottenimento di un intervento tempestivo che possa iniziare a partire dall'età prescolare e garantire una continuità abilitativa sia nell'età della istruzione e formazione scolastica che in seguito nell'età di inclusione lavorativa".

1' di lettura02/04/2020 - Oggi è la Giornata mondiale della consapevolezza sull'autismo. L'autismo non è una malattia che prevede diagnosi e cura, ma è una sindrome che riguarda la sua morfologia e che interessa ogni aspetto del suo essere. Appena sarà possibile, potranno riprendere le nostre attività e l'impegno comune a favore dei diritti delle persone nello spettro autistico e delle loro famiglie.