Woody Allen cancellata l uscita dell autobiografia dell attore e regista (kjdf)

Woody Allen cancellata l uscita dell autobiografia dell attore e regista (kjdf)

La casa editrice Hachette, che detiene i diritti d'autore del libro di memorie di Woody Allen, "Apropos of nothing" in programma per il nove aprile ha deciso di non rispettare il contratto tra le parti, cedendo alle polemiche di detrattori esterni e interni alla casa editrice. Come editori, ci assicuriamo ogni giorno che possano essere sentite voci diverse e punti di vista contrastanti. "Dopo aver ascoltato, siamo giunti alla conclusione che mantenere la pubblicazione non era possibile per Hbg", ha aggiunto.

"Rispettiamo e comprendiamo la prospettiva dei nostri impiegati che hanno deciso di esprimere la loro contrarietà sulla pubblicazione di questo libro". Il regista americano nei primi Anni 90, proprio nel mezzo del divorzio da Mia Farrow, era stato accusato dalla figlia adottiva Dylan Farrow di molestie, fatto che Allen ha sempre negato e per cui non ha mai subito alcun processo giuridico.

Il libro sarebbe dovuto uscire il 7 aprile in USA.

Per quanto riguarda la pubblicazione in Italia, invece, tutto procederà regolarmente. Farrow, che ha pubblicato con una divisione di Hachette, Little, Brown and Company, il suo libro Catch and Kill, ha minacciato di troncare i rapporti con la casa editrice definendo la scelta di pubblicare il memoriale del padre "una mancanza di etica e compassione per le vittime di abusi sessuali". La casa editrice che ha pubblicato il libro fa parte del gruppo editoriale Hachette.

75 plus employees of Hachette are standing in solidarity with @ronanfarrow, @realdylanfarrow and survivors of sexual assault and walked out of the Hachette offices today in protest of Woody Allen's memoir. Onestamente non posso più lavorare con Hachette. E, come accennato, i problemi non riguardano solo i libri: pur considerato uno dei grandi registi viventi, autore di capolavori come 'Io e Annie' e 'Manhattan' e vincitore di quattro Oscar, nel 2018 Amazon si era tirata fuori da un accordo multimilionario di produzione e distribuzione mentre attori come Colin Firth, Greta Gerwig e Timothée Chalamet avevano annunciato che non avrebbero mai più girato con lui.