Ue. Coronavirus: Sassoli al Consiglio europeo, 'ci aspettiamo responsabilità da parte vostra'

Ue. Coronavirus: Sassoli al Consiglio europeo, 'ci aspettiamo responsabilità da parte vostra'

Con la petizione chiediamo che il Parlamento europeo si faccia promotore di una risposta comune capace di superare gli egoismi e le incapacità degli Stati Nazionali. "Abbiamo bisogno che le leadership europee in questo momento si assumano sulle spalle il peso di una stagione davvero difficile per i nostri cittadini". C'è bisogno di leadership perché la sfida non terminerà con la fine dell'emergenza attuale.

Durante la partecipazione alla rubrica Los Desayunos del canale UNO di RTVE, in collegamento da Bruxelles David Sassoli ha dichiarato: "Ci saremmo aspettati una più forte assunzione di responsabilità dai leader. Ora abbiamo due settimane di tempo per lavorare, sperando che si sciolgano le riserve e vengano date risposte", ha detto il Presidente del Parlamento europeo David Sassoli commentando le conclusioni del Consiglio Ue di ieri, che non ha fatto passare i Coronabond. "Oggi siamo qui vicini seppur lontani, riuniti con questo formato inedito, straordinario ma determinati a dare il nostro contributo nella lotta alla pandemia garantendo la nostra funzione democratica e la continuità dei lavori del parlamento perché è solo così che possiamo rendere un servizio alle persone, alle nostre comunità ed al personale sanitario che si sta sacrificando nelle corsie dei nostri ospedali in tutta l'Europa", ha affermato.

"Dobbiamo respingere la miopia e l'egoismo di alcuni governi" europei. "L'Europa è qualcosa di più della mera somma dei governi nazionali. Per farlo, serve uno strumento comune per garantire il debito".

"I governi - continua Sassoli - devono rendersi conto velocemente che l'Europa che emergerà da questa crisi non sarà la stessa". C'è ancora una consapevolezza troppo bassa di questo. Le Istituzioni europee lo hanno capito.

La petizione ha già raggiunto oltre 2000 firme in poche ore, ed è stata sostenuta dalla maggior parte delle organizzazioni e dei rappresentanti partecipanti, tra cui l'ex eurodeputato Marco Cappato DELL'Associazione Luca Coscioni e fondatore di Eumans (il movimento paneuropeo di iniziativa popolare che vuol raggiungere gli obiettivi Onu sullo sviluppo sostenibile), Monica Frassoni (ex presidente dei Verdi europei), Pier Virgilio Dastoli del Movimento Europeo, Iga Kamocka della Fondazione polacca Robert Schuman, Jesse Colzani della Good Lobby, Ulrike Guerot dell'European Democracy Lab, e molti altri.