Serie A, il nervosismo dei calciatori: Balotelli si sfoga su Instagram

Serie A, il nervosismo dei calciatori: Balotelli si sfoga su Instagram

È stata in seguito data l'idoneità e il club può di conseguenza procedere con la regolare attività sportiva. Sarà cura della Società e dello Staff medico monitorare la situazione in stretto contatto con gli organi competenti. Il calciatore del Brescia infatti ha scritto un messaggio, affermando chiaramente che "i soldi non valgono la salute". Il calcio dunque va avanti, ma non tutti sono contenti.

Dalle restrizioni del nuovo decreto resterebbero escluse le partite di Serie A, da disputarsi però unicamente a porte chiuse. Dopo l'appello del presidente dell'Aic Damiano Tommasi che chiede lo stop del campionato, sui social Mario Balotelli fa sentire la sua voce. Dove poi ha espresso il suo punto di vista in maniera più dettagliata: "Non scrivetemi cagate come 'ma voi siete protetti', 'ma cosa vi cambia giocare o no' e altro". Attraverso delle stories, l'attaccante ha prima riportato lo screen del tweet di Tommasi, scrivendo: "La penso come te al 100%".

"Già non vedo i miei figli per questo maledetto Coronavirus perché non vivono in Lombardia: è snervante per me - conclude Super Mario -". Di sicuro non vorrei mai che in più mia madre, con la quale mangio quasi tutti i giorni, non è una mia coetanea per quanto possa amare il calcio (al quale devo tutto), non mi va e tassativamente non voglio attaccarle niente! E perchè? Per far divertire qualcun altro? O per non perdere soldi? Ripigliatevi, avete rotto adesso. "Non si scherza con la salute": sono queste le parole di Balotelli.