Poste alza gli obiettivi per il 2020, nonostante il coronavirus

Poste alza gli obiettivi per il 2020, nonostante il coronavirus

Lo sottolineano le Poste Italiane, annunciando di aver chiuso il 2019 con un utile netto di gruppo a 1,342 miliardi di euro, in calo del 4%.

Il risultato operativo (Ebit), che si attesta a 1.774 milioni (+18,4% rispetto all'esercizio del 2018), al di sopra dell'obiettivo di 1,6 miliardi previsto per il 2019; risultato operativo (Ebit) normalizzato pari a 1.765 milioni (+5,5% rispetto all'esercizio del 2018) grazie a ricavi più alti e costi ridotti.

Il gruppo ha comunicato per il 2019 ricavi in crescita dell'1,6% a quota 11,03 miliardi di euro.

Aumento del dividendo per azione (DPS): € 0,463 per l'esercizio del 2019, soggetto all'approvazione dell'Assemblea ordinaria degli azionisti; in crescita del 5% rispetto all'esercizio del 2018 e in linea con l'impegno di crescita progressiva del dividendo prevista nel Piano Strategico Deliver 2022. La guidance per l'esercizio in corso è stata rivista migliorando da 1,1 a 1,3 miliardi l'obiettivo per l'utile netto, da 10,9 a 11,1 miliardi per i ricavi, da 1,6 a 1,9 miliardi l'Ebit (margine operativo).

Sempre nel 2019, il gruppo ha visto un aumento delle masse gestite che ora ammontano a 536 miliardi (+22 miliardi a partire da dicembre 2018), grazie a dinamiche favorevoli di mercato e a € 2,9 miliardi di raccolta netta positiva.

I Servizi Assicurativi hanno ottenuto nel 2019 ricavi pari a € 1.669 milioni (+13,5% rispetto al 2018) mentre il comparto Pagamenti, Mobile e Digitale ha registrato ricavi pari a € 664 milioni (+12,1% rispetto al 2018). Poste Italiane ha segnalato un'accelerazione della spesa per investimenti pari a 734 milioni di euro (+36,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente).

La trasformazione industriale, portata avanti negli ultimi anni, e il suo modello di business diversificato fanno si che Poste Italiane ora sia un'azienda resiliente e ben posizionata per affrontare scenari di stress, come la situazione generata dalla diffusione del Covid-19.

La guidance per il 2020 sui ricavi della divisione Corrispondenza, Pacchi e Distribuzione si conferma a 3,5 miliardi, stabile su base annua, trainata dalla continua crescita nel comparto B2C e dall'andamento della corrispondenza, in linea con la traiettoria di lungo termine prevista nel Piano Strategico Deliver 2022. Poste Italiane ha ricordato che a novembre era stato staccato un acconto sul dividendo 2020 pari a 0,154 euro per azione. "Partendo dal presupposto che ci si possa avviare verso una stabilizzazione del contesto - dice - continueremo a monitorare la situazione e a fare tutto quanto in nostro potere per proteggere e supportare in questo momento il nostro personale, i nostri clienti e gli stakeholder. Confidiamo nelle leve operative e gestionali del Gruppo Poste Italiane per raggiungere gli obiettivi che ci siamo prefissi", conclude Del Fante.