"Per ripartire in Serie A servono altri due mesi": la rivelazione dell’allenatore

"Quando potrà ricominciare il campionato in Italia?". L'attuale tecnico del Guangzhou Evergrande ha commentato ai microfoni di Radio Rai l'attuale situazione in Serie A parlando di una possibile ripresa del campionato. Sono rientrato 10 giorni fa da Dubai e il governo ci ha imposto di fare la quarantena. Al nostro arrivo in aeroporto ci hanno chiesto da dove arrivavamo, ci hanno misurato la febbre, ci hanno fatto tutti i controlli, scannerizzato il volto.

Fissare le date per il ritorno al calcio giocato è impossibile e poco serio, alla luce della gravità della situazione causata dal Covid-19: Fabio Cannavaro lo aveva già anticipato nei giorni precedenti, e, nelle ultime ore, è tornato sull'argomento. Sono a casa da 10 giorni e devo comunicare la mia temperatura ogni volta. Fabio Cannavaro racconta come si sta vivendo in Cina l'emergenza del Corona Virus: "Venerdì finisco, arriverà la polizia che mi darà un documento per poter circolare".

"Non abbiamo avuto casi di positività in squadra, ma bisogna fare molta attenzione, essere cauti". Io ho una famiglia a Napoli, la preoccupazione è tanta. "Faccio un esempio: io sono partito dalla Cina il 5 gennaio da qui, le attività sportive iniziano il 1 aprile e quindi sono 4 mesi". Mi auguro che il calcio possa riprendere quanto prima anche in Italia, ma realisticamente penso possa riprendere tra due mesi. "Ci sono delle restrizioni in Italia, ma nessuno si prende la briga di dire 'Va bene stiamo a casa 15-20 giorni' senza muoverci'".