Organizzazione Mondiale Sanità: "Coronavirus malattia grave, vanno spezzate catene trasmissione"

Organizzazione Mondiale Sanità:

"Questa è la crisi sanitaria che segna la nostra epoca", ha rimarcato Tedros e i "prossimi giorni, settimane e mesi saranno un test per la nostra risolutezza e la nostra fiducia nella scienza nonché un test per la solidarietà". E fa un esempio che conosciamo bene: la chiusura di scuole, la cancellazione improvvisa di molti eventi sportivi anche ad altissimi livelli. Ma il trend è al ribasso, come anche in Lombardia. L'Oms ha pubblicato una nuova guida clinica. Non si può combattere un fuoco con gli occhi bendati. "Quello che non sappiamo, perché non abbiamo ancora i risultati dei test sierologici, è l'estensione delle infezioni asintomatiche nei bambini". L'Europa però precisa che il Covid-19 "è già in tutti gli Stati membri, perciò chiudere le frontiere (interne) non è necessariamente il modo migliore di garantire" un ulteriore contenimento dell'epidemia, anche se i controlli possono essere ripristinati.

Nella conferenza stampa per fare il punto della situazione dell'andamento dei contagi da Coronavirus, il manager rivela che "l'Oms ha spedito quasi 1,5 milioni di test in 120 Paesi".

"Le persone contagiate da Covid19 possono infettare gli altri dopo che non si sentono più male, quindi le misure di protezione dovrebbero continuare per almeno 2 settimane dopo la scomparsa dei sintomi".

In risposta alla pandemia, l'appello dell'Organizzazione mondiale della Sanità è quello di moltiplicare i test diagnostici: "Una volta di più, il messaggio dell'Oms è test, test, test".

E c'è un altro aspetto inquietante che l'Oms sottolinea: "Anche se sembra che gli anziani siano i soggetti più colpiti" da Covid-19, "si sono verificati casi gravi e morti anche fra giovani e bambini". "Con il Coronavirus che si sposta nei paesi a basso reddito, siamo profondamente preoccupati per l'impatto che potrebbe avere sulle popolazioni a molto alta prevalenza di HIV o sui bambini malnutriti", ha detto nel briefing di oggi.

"Sono rimasto toccato dai video delle persone che applaudono gli operatori sanitari dai balconi o dalle storie di chi si offre di fare la spesa per gli anziani". Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento straordinario.