MotoGP, Valentino Rossi: "Limite minimo 12 o 13 gare"

MotoGP, Valentino Rossi:

Nessuno sa quando il mondiale potrà riprendere e anche a Jerez, dove si dovrebbe partire il 3 maggio, la situazione è più difficile di due settimane fa.

E' un Valentino Rossi a tutto campo quello che ha parlato ai microfoni di SkySportMotoGP. Intanto, però, bisogna trovare il modo di ingannare il tempo: "Anche la MotoGP sta cercando di organizzare un campionato virtuale sullo stesso modello della F1". Infine un sogno: "Mi piacerebbe sfidare Schwantz e la sua Suzuki 500".

Altro episodio ricordato dal pilota della Yamaha é il passaggio dalle quattro tempi alla MotoGP nel 2002, ammettendo di essersi sbagliato sulle potenzialità di quelle moto, in quanto era convinto che non si potessero fare gli stessi tempi dell'anno prima. "Non ho sintomi e sono passati 17 giorni da quando ho visto Sophie e Idris". Prima che la situazione diventasse seria in Spagna sono andato pure a fare flat track con Alex e Marc Marquez e Tito Rabat: è stato il mio ultimo allenamento all'aperto. Quindi la cosa che ho fatto è di isolarmi e tenere le distanze dalle persone. La Juve? Allora direi playoff.a parte gli scherzi, sarà comunque un anno condizionato, anche le ultime partite che hanno voluto fare per forza, anche in Champions League, si guardavano queste partite con un'atmosfera.a cosa serve giocare a calcio così?

Il Centro medico dell'Autodromo del Mugello ha consegnato al sistema sanitario della Regione Toscana le proprie attrezzature per la rianimazione per fare fronte all'emergenza coronavirus.