MotoGP eSport | Ad Alex Marquez la Virtual Race del Mugello

MotoGP eSport | Ad Alex Marquez la Virtual Race del Mugello

"Tornare in pista? Dobbiamo prima capire se torneremo a vivere in un modo più normale per riuscire a viaggiare", ha proseguito. Lo stiamo facendo per tutte le persone che amano la MotoGP, per dare loro qualcosa di bello in questi giorni incredibilmente difficili.

La prima gara del Mondiale, in Qatar, è stata rinviata a causa dell'emergenza. "In Qatar ce la saremmo giocata, ma se sentivi gli altri piloti dicevano la stessa cosa e quindi c'erano almeno sei-sette possibili vincitori" ha esordito Dovizioso "Tutti si sentivano messi abbastanza bene dopo i test in Qatar, ma alla fine e' la gara che conta e l'aver lavorato sugli aspetti che ti servono per vincerla, perche' il livello si e' alzato molto di piu'". Quando si è in tanti a lottare per il campionato, hai un vantaggio sei hai qualcosina in più, dato che gli altri piloti lottano tra di loro per le altre posizioni. "Possibilità di vincere il Mondiale c'è e ci deve essere, iniziare la stagione senza questa credenza è complicato", ha continuato il pilota della Ducati. "Ma quest'anno ci sarà ancora più concorrenza". Ma il nostro sport e' bello perche' altri quattro-cinque piloti possono giocarsi il campionato.

Ha senso immaginare un calendario della MotoGP, quando regna soltanto l'incertezza? Quarto posto per Fabio Quartararo, autore di un bel recupero dopo due cadute, davanti a Marc Marquez, poi Rins, Mir, Oliveira, Lecuona e a chiudere Aleix Espargarò, che dopo la diretta si è messo subito ad allenarsi per mantenere la forma fisica. Io pensavo piu' a una sfida con un'altra moto, ma sicuramente avra' le sue motivazioni. È necessario quindi trovare una soluzione, anche se virtuale, per far emozionare ancora gli appassionati con staccate, sorpassi e sportellate su uno dei circuiti più tecnici e amati: il gioiello italiano del Mugello. È tutto pronto quindi, e mentre i piloti si preparano, mettetevi comodi per rivivere dopo tanta attesa la magica tensione che solo un Gran Premio di MotoGP può trasmettere. "Ma adesso e' impossibile dirlo" ha infine concluso Dovizioso.