Malagò: "Calendari, una decisione che vada bene a tutti non esiste"

Malagò:

Spetta alla Lega Calcio di capire se nel riposizionare i calendari, in questo caso del campionato, si possa utilizzare magari la finestra della prossima settimana. Il più grande errore che si può fare è dimenticarsi tutto questo percorso ma prendere una strada chiara - le sue parole a 'Radio anch'io Sport' - Mi hanno chiesto un modesto consiglio e io ho detto che l'unica cosa da fare è procastinare tutto il calendario in modo tale che nessuno, sottolineo nessuno, possa dire che il campionato è falsato.

"È chiaro che andrebbero riposizionate le semifinali della Coppa Italia e non so se questa tesi passerà, ma sicuramente buona parte delle critiche sarebbero superate". Non posso assolutamente permettermi di parlare a nome del governo ma penso che in quest'ottica qui il governo, una volta presa in considerazione la decisione della Lega con questa eventuale nuova decisione, sarebbe contento che verrebbe confermata il più possibile la regolarità del campionato. "Chiaramente ci deve essere una condivisione da parte delle squadre", ha concluso il presidente del CONI ai microfoni di Pressing. Vedo che anche in altre nazioni europee, come la Svizzera e la Francia, lo sport sta attivando provvedimenti eccezionali per far fronte a comprensibili e inevitabili cause di forza maggiore. Era stato attuato un provvedimento che doveva valere per questa domenica e anche per quelle successive. Poi anche con il presidente del CIO: anche per lui ci sono zero problemi.

"In questo momento la salute dei cittadini è la priorità assoluta del nostro Paese".