Il video-messaggio di Alberto Angela commuove gli italiani

Il video-messaggio di Alberto Angela commuove gli italiani

Tra i tanti ad aver rilanciato il video siti come 'TvZap' e 'Blogo'. Si chiama cultura. Modo di parlare, di scrivere, di vestirsi, di mangiare, tutto questo è emerso in questo momento di emergenza. Lo ha fatto elogiando indistintamente tutti, senza escludere nessuno. Valori importanti, come quelli che ci hanno tramandato i nostri nonni, i nostri padri, le nostre madri, che ora sono più colpiti dal dramma che viviamo. "E a fare la saldatura è la nostra cultura", aveva postato sul suo profilo. Il ciclo Stanotte al Museo è un programma diretto da Gabriele Cipollitti e realizzato interamente dalla Rai. Questo uno dei passaggi chave: Non avrei mai pensato di vedere un nuovo volto, unico, del nostro Paese prendere forma davanti ai miei occhi. Non si tratta di un monumento, ma di una azione collettiva. Ha proseguito il presentatore: "Voi che siete negli ospedali, nei reparti di terapia intensiva, chi si occupa delle analisi, chi si occupa di dover pulire questi luoghi, chi si occupa della loro amministrazione. (...) E ancora chi sta nei trasporti, chi lavora nei supermercati, in quelle aziende che ancora lavorano, le Forze dell'Ordine, tutti sono in prima linea". E poi ci siete anche voi. "È un modo per prendervi per mano, farvi uscire idealmente di casa e viaggiare tra queste meraviglie però stando seduti sul divano" ha scritto il divulgatore scientifico sui social annunciando le repliche di alcune puntate di Ulisse. Anche voi state salvando delle vite. "Non uscendo di casa impedite al virus di diffondersi e quindi salvate, anche se non lo sapete, tante vite". "Abbiamo 3mila anni di civiltà alle spalle, forse è questo che ci differenzia dagli altri Paesi", ha detto Angela. Qui, alla "Serenissima", tutto richiama Bisanzio e le rotte verso Oriente, tutto ricorda il coraggio di mercanti ed esploratori e la costruzione di una Repubblica (Marinara) che, per lunghi secoli, ha goduto di una piena indipendenza, rendendo Venezia non solo una meta ma un'esperienza unica nel panorama degli antichi stati italiani. (...) Il nostro Paese ha preso certamente delle decisioni forti in queste settimane. Poi le cose sono andate in un altro modo e adesso l'Italia è diventata un modello da seguire nella lotta a questo mondo.

C'è il ricordo poi di chi non c'è più e di come il nostro paese stia diventando un esempio da seguire nella lotta al coronavirus grazie soprattutto al suo grande patrimonio culturale. "È come se tutte le generazioni passate fossero insieme a noi a combattere, suggerendoci il modo di comportarci". Non scordiamoci di chi non c'è più. Quando partirete per fare dei viaggi, quando sarà tutto finito, premiate l'Italia. In questo modo, premierete anche il nostro patrimonio e tutte le generazioni passate che stanno lottando insieme a noi.