Il Governo ha deciso: parchi chiusi per il Coronavirus

Il Governo ha deciso: parchi chiusi per il Coronavirus

Resta la possibilità di svolgere attività fisica individualmente vicino alla propria abitazione mantenedo la distanza di un metro, ma viene vietata l'attività ludico-ricreativa all'aperto. Nello specifico è vietato l'accesso a parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici. Garantire un efficace distanziamento sociale è fondamentale per combattere la diffusione del virus.

"Proprio oggi avevo trasmesso a Roma l'ordinanza che eravamo pronti ad emanare in Piemonte, ma è un bene che il Governo abbia compreso la necessità di varare delle misure unificate per tutto il territorio nazionale": così il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha commentato le nuove restrizioni decise questa sera dal Governo. I provvedimenti, che si sommano a quelli esistenti, sono validi in tutta Italia fino al 25 marzo, quando scade il Dpcm che aveva imposto la stretta a tutti gli spostamenti e la chiusura di bar e negozi. "Il comportamento di ciascuno è essenziale per vincere la battaglia".

Chi si aspettava il blocco totale dell'attività all'aria aperta, corsette e passeggiate comprese, resterà deluso dalla decisione del Ministro della Sanità Roberto Speranza.

L'ultimo punto dell'ordinanza riguarda il divieto di spostamento verso abitazioni che siano diverse da quella principale.

"Dobbiamo prendere in considerazione la possibilità di porre il divieto completo di attività all'aperto - ha detto ieri chiaramente il ministro dello Sport - Vincenzo Spadafora - Abbiamo lasciato questa opportunità perché ce lo consigliava la comunità scientifica, ma se l'appello di restare a casa non sarà ascoltato saremo costretti anche a porre un divieto assoluto".

Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.

Caro lettore, da tre settimane i giornalisti di IlPiacenza ed i colleghi delle altre redazioni lavorano senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulla emergenza CoronaVirus.