Il Bocia scrive a Percassi: "Per l'Atalanta la stagione finisca qui"

Il Bocia scrive a Percassi:

Negli ultimi decenni, con la rabbia per tutte le vicissitudini sopportate sulla mia pelle, nei miei sfoghi ripetevo a me stesso (e non solo) che non mi sentivo né italiano né bergamasco, ma solo atalantino.

"Esultare non ha più senso". Esisteva per me solo il mondo di LEI e della sua CURVA! Oggi scopro con prepotenza che il cuore scoppia di amore e di dolore per Bergamo. Anche alcuni parlamentari e alcuni sindaci (chiaramente non tutti) fin dall'inizio non hanno fatto un granché per chiudere le ditte dei loro rispettivi paesi, anzi... Stare a Bergamo sarebbe servito ad aiutare i nostri sindaci in difficoltà a chiudere i Loro paesi immediatamente, senza aspettare! Il ringraziamento è per chi affronta ogni giorno l'emergenza in prima linea: "Quello che mi interessa, anche come società, è mandare un abbraccio a tutti quelli che stanno soffrendo e fare un grande ringraziamento a tutti i medici e gli operatori del settore che stanno facendo un lavoro incredibile - spiega Percassi - sono stato in un ospedale e quando sei lì sembra un brutto sogno, ti viene solo da piangere e per fortuna ci sono queste persone che stanno facendo dei miracoli".

Noi abbiamo avuto otto casi di persone che lavoravano per l'Atalanta ed è stata una cosa molto triste e dura, ma sta toccando anche i giovani Siamo di fronte a una bomba sanitaria, un nemico trasparente, sta diventando una guerra mondiale. Queste le sentite parole del "Bocia": "Caro presidente Percassi, la conosco e so che lei è un uomo di fede".

E poi, credo basti pensare anche a quanti tifosi atalantini si è portato via questo maledetto virus. "Presidente Percassi, questa unica e già storica strage cittadina merita un'altrettanto unica e storica decisione". Non pensiamo che tornare all'Atalanta equivalga al ritorno alla normalità, vorrebbe dire non rispettare chi non siamo riusciti a piangere e chi per Bergamo ha dato la vita. "Per ritornare all'Atalanta c'è sempre tempo e un giorno vinceremo lo scudetto, ma ora esultare per un gol di Gomez non ha più senso".