Covid-19, importante richiesta di Mattarella al Governo

Covid-19, importante richiesta di Mattarella al Governo

Dall'altro, "uno sviluppo autenticamente integrale" dell'azione comune per "poter meglio superare la drammatica sfida dell'oggi", con chiaro riferimento alle comunità italiana e internazionale. Di fronte ad una conflittualità politica che a giorni alterni - in queste ore ancora di più, dopo il varo del decreto Cura Italia con le opposizioni che hanno ventilato la possibilità di votare contro il dl nel caso in cui il testo non venga modificato - riemerge con tutta la sua pericolosa forza disunente, Mattarella richiama i partiti, i leader politici di maggioranza e di opposizione a serrare le file e a collaborare. A questi ultimi la richiesta che il Capo dello Stato non si stanca di ripetere è quella di mantenere il più possibile unità e collaborazione. L'auspicio è che "l'Italia e l'Europa ne usciranno più forti di prima". Attenzione e ascolto da parte del governo e non attacchi e ostacoli pretestuosi da parte delle opposizioni, come se si stesse affrontando un anonimo provvedimento di legge.

Con queste parole il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, si è rivolto al Pontefice con un messaggio in occasione del settimo anniversario dall'inizio del Pontificato (SPECIALE - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO - LA DIFFUSIONE GLOBALE IN UNA MAPPA ANIMATA - LE FOTO SIMBOLO DELL'EMERGENZA). Ci consulteremo di nuovo la prossima settimana, per decidere insieme di ulteriori misure e monitorare i progressi raggiunti. Ovviamente, c'è stata collaborazione tra Santa Sede e Stato italiano anche per gestire la preghiera di Papa Francesco a Santa Maria Maggiore e il suo pellegrinaggio lungo via del Corso fino a San Marcello al Corso lo scorso 15 marzo, per pregare per la fine della pandemia. "Questa mattina - rileva - ho parlato con Mattarella: un gesto che ho apprezzato molto e lo ringrazio per questo. Per noi l'interesse dell'Italia e degli italiani vale piu di ogni altra cosa". Michel ha riconosciuto alle autorità del paese un ruolo di "pioniere" nell'emergenza, "in un momento in cui alcuni possono aver sottostimato la portata della minaccia, l'Italia ha dimostrato un risoluto senso di previdenza, unità e resilienza".