Coronavirus, positivo al test il principe Carlo, l'erede al trono britannico

Coronavirus, positivo al test il principe Carlo, l'erede al trono britannico

Sempre in queste ore sarebbe scoppiata una sorta di polemica proprio attorno a questa notizia alla luce del fatto che il principe Carlo sarebbe stato sottoposto al test nonostante i lievi sintomi a differenza di quanto sta accadendo in queste ore negli ospedali del Regno Unito dove i test vengono presi in considerazione solamente nel momento in cui ci si trova di fronte a casi con gravi sintomi.

In isolamento nel castello di Balmoral - La sua consorte Camilla, duchessa di Cornovaglia, è stata testata e non risulta aver contratto il virus.

Il Principe Carlo, figlio della Regina Elisabetta, è positivo al Coronavirus. Secondo quanto riferisce il suo portavoce, ancora nessuno sa come Carlo abbia potuto contrarre il virus, in quanto "negli ultimi tempi il principe ha presenziato numerosi eventi pubblici".

Le sue condizioni, secondo il portavoce, non destano allarme. Certo è che se già Carlo è sicuramente nel gruppo a rischio di morte dopo il contagio, essendo anziano e di sesso maschile, anche la Regina, che il prossimo 21 aprile compirà 94 anni, potrebbe non sopravvivere ad un eventuale attacco del Covid19. Risale al 12 marzo l'ultimo impegno pubblico del principe Carlo. Tutti gli ultimi interlocutori entrati in contatto con lui sono stati avvertiti per i controlli del caso. La regina, lo ricordiamo, ha recentemente lasciato Buckingham Palace per soggiornare a Windsor. Nei giorni successivi, hanno aggiunto le fonti, ha avuto solo alcuni singoli incontri privati con conoscenti, funzionari e dignitari, prima di trasferirsi in auto-isolamento precauzionale con la consorte Camilla nella residenza di Balmoral.