Coronavirus in Sicilia, 35mila registrati dal nord Italia. Tamponi a campione

Coronavirus in Sicilia, 35mila registrati dal nord Italia. Tamponi a campione

"Questa azione di contrasto per eventuali contagi si potra' accompagnare a richiesta a queste persone di aderire a un protocollo per i propri familiari - ha proseguito l'assessore - Il comitato ha dato mandato al dipartimento per redigere le linee guida dell'isolamento domiciliare: se immaginiamo 35 mila persone rientrate in Sicilia dobbiamo immaginare un codice di comportamento per le loro famiglie".

Per quanto riguarda i rinforzi ospedalieri, in mille, tra medici e infermieri, hanno risposto ai due avvisi emanati dall'Asp di Palermo e dal Policlinico di Messina, su disposizione della Regione per incrementare il numero del personale sanitario per fronteggiare al meglio l'emergenza coronavirus: si tratta di 400 medici, in parte già distribuiti nei territori, e di 600 infermieri. Solo uno in più, invece, fra i guariti, che così arrivano a 15, come aumentano di una unità i deceduti (4).

In particolare a Trapani, i casi risultati positivi sono 21. Questa la divisione nelle varie province: 24 ad Agrigento; 6 a Caltanissetta; 131 a Catania (ieri erano 108); 8 a Enna; 16 a Messina; 47 a Palermo; 6 a Ragusa; 28 a Siracusa; 16 a Trapani. Lo comunica la presidenza della Regione Siciliana.

Si raccomanda di attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite dal ministero della Salute per contenere la diffusione del virus.

Per avere maggiori informazioni sul coronavirus e sulla situazione attuale in Sicilia è possibile consultare il sito ufficiale dedicato o chiamare il numero verde regionale 800.45.87.87.