Coronavirus, Fca chiude stabilimento Melfi fino a 27 marzo

Coronavirus, Fca chiude stabilimento Melfi fino a 27 marzo

Il titolo del colosso automobilistico è arrivato a circa -17% dopo che questa mattina ha annunciato lo stop alla produzione nella maggior parte degli stabilimenti produttivi in Europa fino al 27 marzo al fine di implementare le azioni per affrontare l'emergenza COVID-19 e adeguare la produzione alla domanda.

La strategia è di chiudere in maniera mirata, "in modo tale da consentire al Gruppo di riavviare la produzione tempestivamente quando le condizioni del mercato lo consentiranno".

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio.

Il provvedimento di chiusura degli stabilimenti riguarderà anche l'impianto serbo di Kragujevac e quello polacco di Tychy.

L'azienda, si legge, "ha deciso di apportare modifiche ai processi di produzione in diversi impianti, tra cui l'aumento della distanza tra i dipendenti nelle stazioni di lavoro". Fca sostiene inoltre di aver "aumentato la pulizia e la sanificazione oltre ad aver migliorato la sicurezza dei dipendenti". Fca ha anche specificato che "utilizzerà queste sospensioni produttive per attuare revisioni dei processi di produzione e controllo qualità a beneficio dei propri clienti e della produttività complessiva". Sono stati applicati rigorosi controlli e misure di sicurezza nelle mense e all'accesso di visitatori esterni a tutti i siti del Gruppo. Per quanto riguarda gli uffici, poi, la società "ha accelerato la diffusione del lavoro in remoto per i dipendenti in tutto il mondo".

La mancata chiusura di Termoli che si attendeva da parte dei sindacati sulla spinta degli operai intimoriti dalla mancanza di condizioni di sicurezza anti Covid-19, avrà come primo effetto la mancata revoca dello sciopero di 8 ore che era stato annunciato nei giorni scorsi dalla Fiom, prima dell'accordo fra governo e parti sociali che aveva portato alla stesura di un protocollo per il miglioramento della sicurezza sui luoghi di lavoro nelle fabbriche. "Il Gruppo sta lavorando con la sua base di approvvigionamento e i suoi partner commerciali per essere pronti a consentire le nostre attività produttive di fornire livelli totali di produzione precedentemente pianificata nonostante la sospensione al ritorno della domanda di mercato". Fabbriche chiuse almeno fino al 27 marzo.