Coronavirus: farmaco anti-Aids prescrivibile da medico di base

Coronavirus: farmaco anti-Aids prescrivibile da medico di base

Roma. Nicola Magrini, direttore generale dell'Agenzia Italiana del Farmaco, medico specializzato in farmacologia clinica, ha parlato, nel corso di un'intervista rilasciata a Radio Capital, della possibilità di impiegare i farmaci anti-Aids per sconfiggere il Covid-19.

Magrini ha poi chiarito anche in merito alle segnalazioni relative alla carenza di alcuni tipi di farmaci. Il "numero dei nuovi casi, che determina il numero dei ricoverati - ha sottolineato - è in calo da 4 giorni, in linea con le previsioni, e questo vuol dire che le misure di contenimento messe in atto sono state di fondamentale importanza".

"È vero che è un virus più grave di quello influenzale, ma non è il virus del terrore che si descrive in alcune trasmissioni".

Rispondendo alle domande sulla carenza di alcuni farmaci e sulle terapie antivirali (tra cui alcune terapie anti-Hiv) che sempre più persone chiedono come terapia preventiva, Magrini ha spiegato che "stiamo lavorando per autorizzare a breve i medici di famiglia a prescrivere i farmaci anti-Aids".

Magrini ha inoltre sottolineato come per altri farmaci, prima di tutto l'anti-malarico clorochina, ci siano invece "rischi" ed è "necessaria una riflessione rispetto ad un uso di massa". Questa si è effettivamente verificata per esempio per gli anestetici o per altri acquistati dai cittadini in via preventiva.

Sulla crisi coronavirus, per Magrini "non siamo ancora fuori dall'emergenza e non bisogna mollare, bisogna restare a casa ancora per 2-3 settimane almeno".

"Non è invece vero - ha aggiunto - che ci sia stata una carenza ospedaliera di ossigeno e di insulina". E i tamponi di massa? "Un loro uso terapeutico, salvo per chi ha sintomi, a mio avviso, non è necessario".