Coronavirus: estubati altri 4 pazienti trattati con la cura Ascierto

Coronavirus: estubati altri 4 pazienti trattati con la cura Ascierto

Era stata ricoverata in gravi condizioni per una polmonite da Covid 19 a inizio mese.

Le sue condizioni sono subito migliorate e oggi ha lasciato il reparto Malattie infettive ad indirizzo respiratorio, diretto da Roberto Parrella.

"E' un ulteriore segnale di attività del farmaco", dice Paolo Ascierto, l'oncologo del Pascale che per primo ha avuto l'intuizione di usare il farmaco noto per gli effetti collaterali dell'immonuterapia per le complicanze della polmonite da Coronavirus., ammonisce l'oncologo. Una buona notizia che non è un caso isolato, come sottolinea Vincenzo Montesarchio: "Ottimi segnali - afferma - vengono anche dagli altri pazienti trattati". Il 13 marzo è stata trattata con il farmaco anti artrite, utilizzato nell'ambito di una sperimentazione nata dalla collaborazione tra l'Azienda ospedaliera dei Colli, alla quale fa capo il Cotugno, e l'Istituto nazionale tumori Irccs Fondazione Pascale di Napoli. "I quattro erano tutti in terapia intensiva covid19 al Monaldi - spiega Montesarchio - e hanno reagito molto bene al farmaco, migliorando nettamente in pochi giorni".

Ad oggi sono oltre 400 i pazienti itrattati con il farmaco anti-artrite sperimentato per la prima volta in Italia dal professor Paolo Ascierto, oncologo del Pascale. Maurizio Di Mauro, ci dà notizia di altri quattro pazienti estubati al Cotugno.

L'ULTIMO BOLLETTINO - L'Unità di Crisi della Regione Campania comunica che nella tarda serata di ieri sono pervenuti i risultati dei tamponi dell'ospedale Sant'Anna e San Sebastiano di Caserta che ha effettuato altri 47 test di cui 5 risultati positivi.