Coronavirus, croceristi Msc già sbarcati a Messina nonostante dubbi Musumeci

Coronavirus, croceristi Msc già sbarcati a Messina nonostante dubbi Musumeci

Intanto la compagnia di navigazione fa sapere che, come annunciato dall'ufficio del primo ministro di Malta, MSC Crociere ha accettato di modificare l'itinerario di MSC Opera per andare incontro alle richieste delle autorità locali di evitare inutili disordini pubblici. La nave ripartità domani.

L'Aurorità sanitaria sta gestendo il caso della nave giunta alle 14 al porto e attraccata di fronte al terminal per crocieristi. Il 3 marzo le autorità austriache avevano comunicato alla compagnia che il passeggero era stato trovato positivo al coronavirus.

Valutare se impedire lo sbarco a Messina dei 2.250 passeggeri della nave da crociera Opera della Msc, per contenere il diffondersi del Coronavirus. "E' stata concessa la libera pratica sanitaria che significa che l'Unità Sanitaria marittima non ha riscontrato problemi autorizzando i passeggeri a scendere"- spiega il sindaco De Luca. Non sono stati riscontrati pericoli sanitari. "Ho ricevuto più di una sollecitazione a non fare approdare le navi da crociera a Messina - osserva De Luca - e desidero confermare che al Comitato per l'ordine e la sicurezza che si è tenuto in Prefettura è stato ribadito con le autorità presenti che prima dello sbarco dei passeggeri sarebbero stati eseguiti i controlli a carico dell'Usmaf, che è l'organo deputato alla sanità in ambito marittimo".

Le autorità maltesi hanno però negato l'autorizzazione a seguito di una protesta pubblica sui timori di infezione da coronavirus dopo l'allarme lanciato da un media locale su un passeggero austriaco sbarcato nei giorni scorsi a Genova e successivamente trovato positivo al Covid-19. L'interdizione all'approdo, comunque, poteva essere disposta solo dal Prefetto che rappresenta il Governo in ambito locale, e con il quale siamo in costante contatto.