Coronavirus, Conte: in Ue nessuno immune, ritardi irresponsabili

Coronavirus, Conte: in Ue nessuno immune, ritardi irresponsabili

Bruxelles chiarisce che "gli aiuti sono indirizzati ai clienti delle banche e non alle banche stesse".

Ieri Videoconferenza dei leader Ue.

"A una crisi straordinaria, senza precedenti - ha detto il premier Giuseppe Conte -, si risponde con mezzi altrettanto straordinari, mettendo in campo qualsiasi strumento di reazione, secondo la logica "whatever it takes", espressione più volte citata in questi giorni che richiama l'ormai celebre discorso pronunciato nel luglio 2012 dall'ex presidente della Bce, Mario Draghi, che in quell'occasione salvò l'euro dalla crisi del debito sovrano". E ha continuato, invitando tutti "a non illudersi che ci potrà essere un Paese membro che potrà rimanere indenne da questo tsunami economico-sociale".

"In questo momento - ha continuato - dobbiamo fare tutto ciò che è necessario per assicurare ai nostri cittadini cure mediche, protezione sociale e interventi economici efficaci per tutelare le famiglie e le imprese".

Il vertice Ue ha appoggiato il lavoro dell'Eurogruppo e le misure socio-economiche della Commissione, ha chiesto ai ministri dell'Economia di monitorare la situazione e di adattare la risposta alla situazione in rapido cambiamento. Ogni Stato attuerà la misura, in modo coordinato, ha spiegato Michel, al termine di una videoconferenza con i capi di stato e di governo dell'Ue.

Il piano del del presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen, per l'emergenza coronavirus, è quello di dichiarare tutta l'Europa zona rossa. Nessuno è al sicuro insomma, e prima ci si comincia a coordinare tra partner e meglio è. "La solidarietà del nostro sistema mi inorgoglisce e rassicura". Ognuno dei miei pazienti è mia madre, mio padre, mio fratello, mia sorella, mio figlio, mia figlia: "al centro dell'imperativo morale ed etico in base al quale l'Europa deve lavorare insieme per migliorare la salute e le condizioni di vita di tutti i suoi cittadini, deve essere chiaro questo spirito di fratellanza, lo stesso che aveva ispirato i nostri Padri Fondatori".