Coronavirus, calo di contagi e vittime: "Rimanete a casa"

Coronavirus, calo di contagi e vittime:

Un nuovo calo del numero dei contagi: è quello che si è registrato ieri in Campania e in Italia. In lieve flessione anche il numero dei morti: 651 rispetto ai 793 di ieri. Oggi sono 830 in più di ieri e il trend disegna una curva sempre più in salita. Ecco perché raccomandavamo maggiore cautela nel rientro in Sicilia, ed ecco perché noi chiediamo ai cittadini di rispettare le indicazioni sull'isolamento in quarantena volontaria o obbligatoria. La Asl che ha comunicato il maggior numero di nuovi pazienti positivi è la Asl Roma 5, con 32 casi in più.

Calano i malati in terapia intensiva Altri due numeri che fanno ben sperare sono il calo dei malati in terapia intensiva - ora il 6% del totale, nei giorni scorsi erano il 10% - e il fatto che per la prima volta anche la Lombardia fa segnare un dato finalmente positivo: i ricoverati con sintomi in ospedale sono passati da 9.439 a 9.266.

Due giorni dal terzo giro di vite del governo, 24 ore dall'ordinanza che blocca gli spostamenti da comune a comune, e il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, che rilascia il nuovo bilancio dell'emergenza coronavirus. Il dato è stato reso noto dal capo Dipartimento della Protezione civile, Angelo Borrelli. "Al sud al momento il contributo è molto ridotto". L'impatto delle misure lo potremo valutare a fine mese, non da un giorno all'altro": "Gianni Rezza dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss) ieri ha messo in guardia contro il facile ottimismo dopo i numeri della Protezione Civile che sembrano descrivere un rallentamento nella velocità di propagazione dell'epidemia. "Ma se non siamo rigorosi, le dinamiche non dipendono dalla latitudine ma dai nostri comportamenti". Il primo è se non si riesce ad intercettare prima possibile "i nuovi positivi o i sospetti positivi", per fare in modo che "cessino in maniera tragica di trasmettere l'infezione". "Possiamo anche sviluppare tecnologie importanti".

IL COMMENTO DI BORRELLI - "Al Sud stiamo potenziando le terapie intensive e sub intensive, con il lavoro del commissario Arcuri che acquisisce soprattutto ventilatori".