Chi era Detto Mariano, compositore per Mina, Celentano e Battisti

Chi era Detto Mariano, compositore per Mina, Celentano e Battisti

Oltre alla militanza nel Clan di Adriano Celentano, che comunque abbandonò in seguito per via delle divergenze tra il Molleggiato e Don Backy, Detto Mariano - che in realtà si chiamava Mariano Detto - trovò forza soprattutto nella collaborazione con Lucio Battisti. Scrive poi le musiche de L'immensità, Canzone e Casa Bianca. La storia è rimasta negli annali, e non sapremo mai com'è andata.

Ad annunciare la sua scomparsa su Facebook l'amico musicista Gianni Dell'Aglio.

Solo per citarne alcuni:"Io vivrò (senza te)", "Mi ritorni in mente", "Yuppy du" di Adriano Celentano e "Insieme" di Mina. "Per aver curato e diretto magistralmente gli arrangiamenti dei primi brani musicali di grande successo del giovane Lucio Battisti".

Morto Detto Mariano, muore con lui un rilevante contributo alla discografia e alla cinematografia italiane, per le quali ha scritto capolavori che ancora oggi fanno parte della cultura personale di ognuno: dal realismo al poliziottesco, dal cantautorato italiano alla musica leggera. Il famoso compositore della sigla di Mazinga, Gundam, Astro Boy e di tanti altri cartoni animati di fama internazionale ha collaborato a numerose produzioni di stampo nipponico, persino con la mitica cantautrice Cristina d'Avena.

Nel 1968 Mariano si allontana dal Clan e inizia a lavorare con altre etichette discografiche: la EMI, la CBS, la Dischi Ricordi.

Alla fine degli anni Settanta diventa uno dei più prolifici autori di colonne sonore del cinema italiano. Nel 2006 aveva ricevuto il Leone d'oro alla carriera come riconoscimento per il suo lavoro.

Cittadino Onorario di Poggio Bustone, fra i giurati più amati del Premio Poggio Bustone che nel 2011 aveva voluto assegnargli, meritatissimo, il Premio Personalità Artistica.