Vettel proverà la nuova Ferrari per primo

Vettel proverà la nuova Ferrari per primo

Ferrari SF1000 - 11 febbraio ore 18.30, al Teatro Municipale Romolo Valli di Reggio Emilia è il momento dell'attesa presentazione della monoposto di Maranello.

La Ferrari toglie i veli alla nuova monoposto SF 1000 che si presenta al pubblico con una tonalità di rosso diverso da quello a cui siamo abituati. Abbiamo lavorato sulla power unit per avere più prestazione.

Entusiasmo tangibile e legittimo per la nuova avventura, con una vettura ulteriormente migliorata e, almeno sulla carta, pronta al confronto con le Frecce d'argento tedesche. Un risultato decisamente di orgoglio visto che mai nessun team ci è riuscito prima essendo la Ferrari l'unica scuderia ad aver partecipato a tutte le stagioni di Formula 1 dal 1950 ad oggi. Ma, sempre per dirla con Binotto, "la competizione e' nel nostro dna", e quindi il 2020 non potrà essere interpretato come un semplice anno di transizione. Questa è la 66^ vettura della Scuderia, frutto di lavoro e sacrificio, tutti valori dell'hashtag #essereferrari. Affronteremo due sfide in parallelo in questa stagione. Ora dobbiamo migliorare l'affidabilità ed è già partito il progetto 2021. Rispetto al 2019, quando a partire con il ruolo di primo pilota era stato Vettel, non ci sarà nessuna gerarchia interna. Se però si guarda ai risultati della scorsa stagione, ad aver vinto il confronto interno è stato il pilota monegasco, quarto in classifica davanti al compagno di squadra, riuscito a conquistare due vittorie e otto podi alla sua prima stagione sulla Rossa contro i nove complessivi ma un solo successo assicurato da Vettel. "Ma amo la gente e la cultura italiane e soprattutto ho una grande passione per la Ferrari, che è una grande parte della storia di questo vostro Paese".

"Non vedo l'ora di guidare tra una settimana, tra l'altro la vedo più rossa: è fantastica". Mi sono preparato fisicamente tantissimo in montagna, mentalmente provo a dare il mio meglio insieme alla squadra. Ho lavorato tanto con il team per sviluppare la migliore macchina. Il tempo ci è nemico e siamo concentrati per guadagnare ogni centesimo: lavoriamo giorno e notte pensando anche al futuro. Per adesso è difficile fare previsioni, ma posso assicurare che dietro c'è il grande impegno del personale a Maranello -.