Tempesta Dennis, 2 morti in Gran Bretagna

Tempesta Dennis, 2 morti in Gran Bretagna

Per affrontare la tempesta e le conseguenti inondazioni, il Regno Unito ha dispiegato l'esercito.

Atlantis ha già un sistema a bassa pressione separato ma forte, che porterà venti raffinati e soffiando neve in Islanda venerdì. Nel Regno Unito, invece, sabato 15 febbraio, è stata misurata una raffica di 150km/h a Cairngorm Summit, nelle montagne scozzesi, mentre l'Aeroporto di Liverpool ha riportato raffiche di 75km/h. Anche le piogge torrenziali che stanno colpendo il Regno Unito vanno a sommarsi a quelle di Ciara, depositandosi su terreni ancora saturi per gli ingenti quantitativi di precipitazioni sommatisi nel corso della settimana, con esondazioni e allagamenti molto estesi.

Le truppe sono state schierate nel nord del Paese, ed in particolare nel west Yorkshire, su decisione del ministero della Difesa. Venti di oltre 90 miglia all'ora (150 chilometri all'ora) sono stati registrati ad Aberdaron, nel Galles meridionale. La Crai Reservoir in Galles ha registrato i più alti quantitativi di pioggia, con 157,6mm.

Il bilancio della tempesta Dennis al momento vede solo una dispersa. Il servizio meteorologico francese Météo-France ha messo Morbihan in allerta arancione a causa delle inondazioni. Alcune hanno raggiunto 30 metri.

In Gran Bretagna, dopo il passaggio di Ciara, è ora di fare i conti con il ciclone Dennis, una delle cinque più intense perturbazioni atlantiche di questa stagione.

Rischio di allagamenti - Per l'Irlanda del Nord e la Scozia il peggio è ormai alle spalle. Ci sono problemi sulla linea ferroviaria tra Calais e l'Inghilterra e ritardi sono segnalati dalle compagnie "DFDS Seaways" e "P&O ferries" che trasportano viaggiatori e carichi pesanti tra Calais e Douvres. La tempesta è ben evidente anche dalle immagini satellitari in tutta la sua maestosità con chiara spirale che si muove in senso antiorario.