Selvaggia Lucarelli, spettatrice la contesta: "Sei come Tina Cipollari!"

Selvaggia Lucarelli, spettatrice la contesta:

Il brano di Enrico Nigiotti che ha deciso di portare al Festival di Sanremo è stato fortemente criticato da Selvaggia Lucarelli. La giornalista non le ha mandate a dire alla protagonista dell'ultimo Festival. La signora torna al suo posto ma non è ancora finita qui perchè ci pensa Nigiotti a regalare altre perle, anche lui leggermente "avvelenato" per le parole di Selvaggia...

Sanremo 2020, vince Diodato. Alba Parietti poi è andata anche oltre, arrivando alla vicenda Elettra Lamborghini: "Non voglio entrare in merito e dinamica, ha criticato ferocemente la ragazza, senza che lei desse peraltro la sua versione, ma decidendo che la causa era la paura di un confronto diretto con sua persona". Nel codice penale si chiama intestazione fittizia di società, nello spettacolo gran paraculata. La presenza di Selvaggia Lucarelli nel parterre di giornalisti e ospiti ha fatto chiacchierare più del dovuto. Forse ho fatto una battuta su Twitter su un suo vestito ma non me lo ricordo. E Elettra Lamborghini scappa via. Ha fatto bene. Io posso essere antipatica, posso essere quello che volete. E, per fare le bizze in questo modo bisogna essere dotati di un grande talento che, in questo caso, mi sembra non ci sia.

Come se non bastasse ecco una seconda polemica. Selvaggia Lucarelli è stata contestata. La signora Castorina, dice: "Come al solito siamo proprio noi donne le peggiori odiatrici, le peggiori nemiche di noi stesse". Perché quando Mara Venier ha sentito che si parlava della Cipollari ha chiuso le polemiche dicendo: io amo Tina Cipollari e Gemma.

La Lamborghini è il coronavirus della musica: le si avvicina Myss Keta e stona pure lei. La giornalista e blogger ha indirizzato un duro post alla signora Ofelia Castorina, mamma molto bella dell'attrettanto bella figliola Diletta Leotta. La signora Castorina-Leotta ha difeso la figlia, sempre sui social, dalle critiche che il volto sportivo di Dazn ha ricevuto, soprattutto dalle donne, per quel monologo. L'anno scorso me l'hanno bocciata tutti.