Scontro in autostrada: caos tra tifosi del Bari e del Lecce

Scontro in autostrada: caos tra tifosi del Bari e del Lecce

Scontri tra tifosi del Bari e del Lecce si sono verificati, questa mattina, sull'autostrada A16 Napoli-Canosa, all'altezza di Cerignola, nel Foggiano. Le due tifoserie erano probabilmente dirette verso le destinazioni in cui le due squadre sono impegnate questo pomeriggio, ovvero Cava de' Tirreni per i biancorossi e Roma per salentini. Fortunatamente non si sono registrati feriti. Lo scontro si è concluso con tre furgoncini dei tifosi leccesi distrutti e nessun ferito ufficiale. Sono intervenuti i vigili del fuoco per domare gli incendi. Lancio di fumogeni da parte dei poliziotti per riportare la situazione alla normalità.

A seguiti degli scontri di stamani il Bari ha diramato un comunicato: "SSC Bari intende esprimere la più ferma condanna per quanto accaduto quest'oggi sul tratto autostradale che collega la Puglia alla Campania. Sono episodi che non hanno nulla a che vedere con i valori che la Società biancorossa e la città di Bari hanno da sempre promosso e sostenuto". I club si facciano dare i nomi dalle forze dell'ordine e dai proprietari della compagnia dei trasporti che ha affittato i veicoli. Le indagini sono coordinate dalla polizia di Stato. Questi episodi - prosegue la nota del Bari - sono da condannare in maniera netta e categorica. Non credo ci siano parole per commentare l'accaduto, se non quelle di condanna assoluta verso azioni così vili e violente che nulla c'entrano con lo sport e i suoi valori. Ogni forma di violenza è da condannare nel modo più assoluto.