Sanremo 2020, Amadeus commosso si mette a piangere in conferenza stampa

Sanremo 2020, Amadeus commosso si mette a piangere in conferenza stampa

Amadeus ha portato a casa 11,4 milioni di ascolti per la serata finale della Settantesima edizione del Festival di Sanremo, lo share più alto dal 2002 con Pippo Baudo. E ai vertici Rai in prima fila: "Non si può fare così, un festival che dura 600 ore, è sparito tutto, Sanremo ha fagocitato tutto".

Infine Antonio Marano, il presidente di Rai Pubblicità, nel ringraziare Amadeus del successo raggiunto, ha regalato al presentatore un pallone dell'Inter autografato dalla squadra.

Amadeus, quindi, lo ha fermato poco prima che salisse sul palco. Vederlo cantare i brani di Anastasio con quell'entusiasmo ci fa riflettere su quanto il mondo degli adulti vada a una velocità completamente diversa da quella dei più piccoli che noi pensiamo di dover proteggere da qualcosa che in realtà loro comprendono molto meglio di noi. Un ringraziamento ovviamente è andato anche agli amici Tiziano Ferro e Fiorello, che Amadeus chiama ancora una volta "mio fratello". Una kermesse incredibile sotto tutti i punti di vista, che non ha visto solo Diodato vincitore, perché c'è un'altra persona che ha raccolto valanghe di complimenti e si tratta proprio di Amadeus. Sanremo 2020 segna infatti un nuovo record anche nella raccolta pubblicitaria. Dopo due annate, 2017 e 2018, in cui la raccolta era stata stabile a 27,7 mln, l'anno scorso avevamo fatto il record di 31.347.000 euro.

E nel corso della finale del Festival, Josè ha dato il meglio! Risultati che possono portare a un Amadeus-bis?

Sulla possibilità di un bis di Amadeus è stata avanzata dal Direttore di Rai 1 Stefano Coletta: "Credo che un Amadeus bis al festival di Sanremo sia auspicabile, perché ha fatto un ottimo lavoro da direttore artistico". In sala stampa c'è chi fa il nome di Alessandro Cattelan per il futuro: Coletta lo definisce "un conduttore interessante, avrebbe un codice innovativo per la Rai".