Palermo, caso sospetto di coronavirus, al Cervello scappano tutti i pazienti

Palermo, caso sospetto di coronavirus, al Cervello scappano tutti i pazienti

Momenti di terrore al pronto soccorso dell'ospedale Cervello di Palermo, dove all'arrivo di un'ambulanza con a bordo un paziente per sospetto coronavirus i pazienti hanno immediatamente lasciato la sala d'attesa. Il messaggio si presenta come un testo pieno di emoji - non se ne vedevano così tante dai tempi dei rebus su MSN - e dai toni fortemente allarmistici. La mascherina aiuta a non contagiare gli altri se sei già infetto.non per evitare il virus, cercare di disinfettare anche prodotti acquistati, anche come una semplice bottiglietta d'acqua e altro in genere con salviette disinfettanti, se ti accorgi che il tuo bimbo da sintomi di influenza.

No, il primo che fa "copia incolla" si mette nelle condizioni di essere denunciato per procurato allarme, state qui e leggete attentamente, visto che da un po' di anni l'analfabetismo scolastico non è più una scusa e qui si parla italiano. Un uomo si è presentato stamane, sabato 22 febbraio 2020, all'ospedale, senza passare dall'area di emergenza. Il periodo di incubazione (circa due settimane) sarebbe dunque già trascorso e per questa ragione i medici non lo avrebbero considerato a rischio.

Dopo il diffondersi della notizia, nonostante l'ipotesi che si tratti di coronavirus sia remota, si sono verificate scene di panico nel Pronto soccorso del Cervello, con molti pazienti che hanno visibilmente protestato e sono andati frettolosamente via dal nosocomio.

All'uomo è stato subito eseguito, sempre a scopo precauzionale, il tampone faringeo per verificare l'eventuale contagio. Ora si attende l'esito del tampone.

Se il nostro servizio ti piace sostienici su PATREON o con una donazione PAYPAL.