Napoli, ora Gattuso vuole impegno: Allan rischia di essere messo fuori rosa?

Napoli, ora Gattuso vuole impegno: Allan rischia di essere messo fuori rosa?

Un fulmine a ciel sereno in casa Napoli direttamente dalla voce di Rino Gattuso, che in conferenza stampa ha ripreso Allan per lo scarso impegno in allenamento e l'ha punito, lasciandolo a casa e non portandolo con sé nell'ostica trasferta di Cagliari. Il primo accostato ai nerazzurri nel mercato di gennaio come suggestione in un possibile scambio con Matias Vecino e il secondo in ottica futura. Con Allan domani è un altro giorno, non si porta rancore e sarò il primo a incitarlo ma bisogna incitarlo in un certo modo. Mertens? Fa diventare tutto semplice anche quando viene a legare con i centrocampisti, è un fenomeno, è furbo, sa come andare a pressare, non sta mai fermo, è un calciatore completo. Elmas? Ha solo 20 anni e abbina tecnica e fisico, se rimane con i piedi per terra può fare grandi cose. Dopo le esperienze passate non mi sento di promettere niente a nessuno.

Sul contratto di Mertens in scadenza a giugno, questo il pensiero di Gattuso: "Io faccio l'allenatore, non sono il proprietario del club, La società sa cosa penso di ogni singolo giocatore, ma io sono un dipendente e i soldi per l'eventuale rinnovo non sono i miei". D'altronde era quello che chiedeva a Carlo Ancelotti quando la squadra non seguiva la direttive dell'allenatore.

Una presa di posizione in qualche modo clamorosa quella del tecnico partenopeo, ma che è figlia di una situazione che si protrae da tempo.