Lazio, Simone Inzaghi: "Cerchiamo di mantenere il contatto con Juve e Inter"

Lazio, Simone Inzaghi:

Quarta vittoria consecutiva, ventesimo risultato utile di fila.

"Penso di si, penso a Cataldi, Marusic". La classifica adesso dice Juventus in testa a quota 60 punti, mentre la squadra di Inzaghi segue immediatamente dopo ad una sola lunghezza di distanza. Davanti a lui ha Acerbi, che non salta nemmeno un allenamento.

Dopo il duro comunicato di ieri dell'associazione dei club genoani che attaccava la Questura parlando di "scelta provocatoria" oggi è intervenuta la Federsupporter che ha chiesto nuovamente all'Osservatorio un ripensamento e alla società rossoblu di "porre in essere tutti gli strumenti a sua disposizione per prevenire ogni situazione di rischio e porre in sicurezza la vivibilità di una giornata sportiva".

Rivali – Lazio, Inzaghi: “Scudetto? Juve e Inter due corazzate, ma vogliamo restare a contatto”
Un ottimo Genoa battuto (2-3) da una splendida Lazio, ma la squadra di Nicola ha imboccato la strada giusta (di F. Ricciardi)

"Quì a Marassi non sono mai partite semplici, ma abbiamo fatto un'ottima gara contro una squadra in salute". A Cataldi ho fatto i complimenti per il gol e gli ho detto di tenere la posizione visto che il Genoa aveva inserito Iago Falque, Pandev e Destro. Nelle ultime 21 gare, compresa la Supercoppa, ne abbiamo vinte 17.

ACERBI - "Ha avuto un problemino giovedì durante l'allenamento, è stato a riposo venerdì e sabato, sembrava potesse giocare poi sul finire del riscaldamento il muscolo del polpaccio era affaticato". Acerbi ha avuto un problemino in settimana, voleva esserci a tutti i costi.

In mezzo alla strage di rinvii in Serie A c'è anche chi ha giocato oggi. Abbiamo l'obbligo di cercare di restare in contatto. Abbiamo fatto qualcosa di incredibile in venticinque partite. In altri campionati saremmo primi, qui bisogna lottare con Inter e Juve. "Il calendario? Nel campionato italiano tutte le partite sono impegnative". Fermo restando che secondo me in questi casi la prevenzione è importantissima. "Credo si siano mossi nel modo migliore". Porte chiuse? Assolutamente no, il calcio è dei tifosi. Abbiamo giocato al Marassi con un sacco di tifosi dietro e i nostri ragazzi lo sentono.