Inter, Conte in conferenza: "Lazio più avanti di noi, parlano i trofei"

Inter, Conte in conferenza:

"Sicuramente una partita ad alto indice di difficoltà". Stiamo parlando di una squadra che ormai è una realtà consolidata nel campionato italiano, l'anno scorso hanno vinto la Coppa Italia e hanno vinto ora la Supercoppa.

"Il merito va a Simone Inzaghi, al presidente, al Ds che sta facendo un ottimo lavoro".

"Si affrontano due outsider della Serie A. Definizione perfetta". Come avevo detto fin dall'inizio ho fatto una cosa che non avevo mai fatto, ovvero farlo giocare subito.

VAR A CHIAMATA - "Non mi piace, io non devo chiamare nessuno". La Lazio si trova in uno stato di grazia, mentre la Roma deve prima risolvere i problemi societari per poi occuparsi della rosa. Abbiamo già tanti pensieri durante la gara. Quando mostrano le immagini sono chiare per decidere uniformemente al 95%: la trovo una cosa non utile. C'è l'errore, ce ne sono stati importanti anche in passato: ci auguriamo che ce ne siano sempre meno, a favore e contro. Col Napoli è stata completamente diversa contro una squadra che ha attuato una strategia difensiva ottenendo un buonissimo risultato. Quindi è uscita fuori una partita spettacolare con 6 gol e ce ne potevano essere altri. Noi in Coppa potevamo fare meglio.

Che consiglio darebbe a Lautaro viste le voci di mercato?

"È giovane, ma ha abbastanza la testa sulle spalle per capire le voci di mercato che portano a pochissimo, in generale". Vedo che comunque spesso e volentieri si parla di mercato in ottica futura, acquisti e cessioni, prestando molto attenzione a questi aspetti rispetto a quanto non avviene altrove. I giocatori sono concentrati, sanno che quello che fanno in campo sono le cose importanti: il chiacchiericcio conta zero. Vincere non è semplice, soprattutto in Italia: in questi ultimi anni solo una squadra ha vinto. In Francia hai a che fare col PSG, in Germania col Bayern. La Lazio utilizza due attaccanti, in più hanno Milinkovic-Savic molto fisico che si aggiunge alle due punte. "La programmazione, come la pazienza, è importante".

"Ci sono delle difficoltà oggettive, situazioni che hanno lasciato delle perplessità". Noi dobbiamo avere la voglia di credere sempre che ci sia buona fede: questo è alla base di tutto. La Lazio viene da partite giocate come prove di forza evidenti: se la giocheranno come noi. Ci saranno strategie, ma cercheremo come faranno anche loro di esaltare i difetti e limitare i pregi avversari. Avete necessità di prendere un altro portiere? Su Handanovic non parlo, vi indirizzo verso i dottori: è giusto che sia lui ad esprimersi e a dire cose più dettagliate. Di solito sono muscolari. Speriamo di avere tutti a disposizione perché è importante: abbiamo tante partite, sarà importante avere tutti. "Abbiamo tante partite da fare".

CORSIE ESTERNE - "Sicuramente le corsie esterne sono importanti soprattutto quando incontri squadre a specchio, quando cerchi di creare superiorità numerica". Mi auguro sia una bella gara con due squadre che si giocano la partita per superare l'altra.