Indagato il chirurgo dei vip: ecco perché

Indagato il chirurgo dei vip: ecco perché

A quanto si legge nel Corriere di Milano infatti la procura avrebbe ritenuto di dover aprire un'indagine su Urtis perché, senza le dovute autorizzazione e a scopo di lucro, avrebbe effettuato dei prelievi di sangue presso la Villa Arbe srl.

Tutta la vicenda si sarebbe svolta nella sua clinica estetica Villa Arbe in cui il chirurgo Urtis adotta una particolare tecnica sui suoi pazienti. Strategie (di marketing) o meno, il dottor Giacomo Urtis, conosciuto come il chirurgo plastico dei vip, spesso riesce a far parlare di sé. Operazione che, secondo le ricostruzioni degli investigatori, veniva effettuata a richiesta. Quest'ultimo è famoso per le sue terapie speciali di trapianto e ricrescita dei capelli attraverso dei prelievi di sangue con successiva centrifugazione.

I NAS dei Carabinieri però hanno constatato che Urtis non ha mai avuto le autorizzazioni per poter procedere con questo tipo di tecnica. Sul proprio sito si definisce "stimato chirurgo con studi di medicina e chirurgia plastica a Milano, Roma e Londra" e la sua Dr.Urtis clinic vanta sedi a Milano, Roma e Bergamo. Lui ha cavalcato l'onda diventando di fatto un personaggio pubblico.

Giacomo Urtis, il chirurgo estetico dei vip che è stato anche naufrago all'Isola dei Famosi è indagato dalla procura di Milano. Secondo l'associazione, si sarebbe appropriato di unaqualifica che non ha.Il dottore aveva risposto con una denuncia per diffamazione. Al fine di impreziosire ancora di più la sua immagine, e dimostrare le sue abilità tecniche, avrebbe anche precisato di "vantare stima da parte della nobiltà britannica, nonché della famiglia reale".