Il Rugby Sound porta a Legnano il rock di Piero Pelù

Il Rugby Sound porta a Legnano il rock di Piero Pelù

L'album di inediti, uscito questa settimana, è stato arrangiato e prodotto dallo stesso Pelù, assieme a Luca Chiaravalli e celebra i 40 anni di carriera dell'artista e che contiene anche la canzone del Festival di Sanremo 'Gigante'.

Il nuovo disco è l'ennesima scommessa.

Un esempio: l'arrangiamento di Gigante in studio è una delusione, senza se e senza ma. Si è portato a casa il quinto posto in classifica, dimostrazione che il rock in Italia se fatto bene può regalare ancora emozioni. È un album che ha abbattuto tante barriere, spero che ci sia omogeneità perché oggi viviamo in una piccola Babele sociale e musicale. "E' come se ogni volte fosse la prima volta per me".

C'è dentro la mia incoscienza e la mia progettualità, vado avanti con questa mia contraddizione. Ovviamente l'ex dei Litfiba si augura che possa rimanere ancora alla Fiorentina visto che è un campione strepitoso.

Sono due elementi importantissimi. La vita è un ring continuo che cambia in continuazione l'avversario, che può essere la musica che cambia, il mercato discografico completamente diverso, può essere che ti senti dire che il rock è morto ma poi vai a Sanremo e scippi borse da 5000 euro. Ho cercato di immedesimarmi nella testa di un uomo cantando un blues molto dark: "non avevo mai scritto un tema come questo, ma ora ho tre figlie femmine". Non devo celebrare niente ma solo festeggiare. Dopo i nomi di Coez e Willie Peyote è quello del rocker di Firenze il terzo ad essere svelato dagli organizzatori del Rugby Sound che si terrà dal 26 giugno al 5 luglio nell'isola del Castello di Legnano.

Piero Pelù, reduce dal successo sanremese, ha scelto di esprimere la propria opinione in merito al prossimo impegno in campionato per la Fiorentina e ha anche dichiarato di aver ricevuto delle minacce: "Fiorentina-Milan è una partita molto aperta, entrambe le squadre possono fare exploit incredibili, o delle partite di m***a clamorose".